A Piazza Affari, escludendo quella odierna, mancano solo sei sedute prima della fine del 2019 che si appresta ad essere archiviato con un bilancio molto positivo.

Il Ftse Mib viaggia a poca distanza dai top dell'anno e rispetto ai valori del close del 2018 mostra un rialzo di circa il 29%.

Piazza Affari: per Bca IMI più costruttivo guardare già al 2021

Una performance che difficilmente dovrebbe subire grandi mutamenti da qui alla fine dell'anno, con lo sguardo già rivolto alle prospettive del 2020 e in particolare alle strategie da adottare per affrontare i prossimi 12 mesi.

In un report diffuso nei giorni scorsi da Banca IMI, gli analisti hanno evidenziato che a loro dire è difficile prevedere con precisione il ciclo esatto e gli utili minimi nel 2020.

In ragione di ciò gli esperti ritengono che sia più costruttivo per chi investe in azioni, guardare direttamente al 2021, visto che il prossimo anno viene considerato come un ponte necessario per raggiungere un 2021 possibilmente migliore.

Piazza Affari: le previsioni per il 2020

Banca IMI prevede che nei prossimi 12 mesi l'economia italiana sia destinata a rimanere debole, ma oltre a questa variabile il principale rischio sarà rappresentato dall'instabilità politica.

Come è noto infatti il prossimo anno sono in agenda diversi appuntamenti elettorali a livello regionale, a partire da quello in Emilia Romagna a fine gennaio.

Sulla scia di quanto già accaduto in Umbria, le prossime consultazioni regionali potrebbero avere ripercussioni sulla stabilità del Governo, già messa duramente alla prova dal recente dibattito relativo alla riforma del MES.