L'analisi del Ftse Mib

Seconda seduta consecutiva a Piazza Affari che ieri ha perso terreno dopo il ribasso accusato in avvio di settimana.
Il Ftse Mib si è fermato a 23.845 punti, poco sotto i massimi intraday, con un calo dello 0,65%, al termine di una giornata vissuta tutta in negativo.

L'indice ha lasciato aperto un gap-up poco sotto area 24.000 e nel corso della giornata ha messo sotto pressione il supporto dei 23.700 punti, già testato in più occasioni nelle ultime giornate.

Il livello in questione è stato violato nell'intraday per poi essere riconquistato in chiusura di sessione e questo lascia ben sperare in un tentativo di ripresa nel breve.

Al rialzo il primo target per il Ftse Mib sarà l'area dei 24.000 punti, superata la quale si guarderà ai recenti top di area 24.150.

Con il superamento dei 24.200 punti l'indice punterà ai massimi del 2018 a 24.500/24.550 punti, il raggiungimento dei quali dovrebbe imporre una battuta d'arresto almeno temporanea al rialzo.

La mancata riconquista di area 24.000 da parte del Ftse Mib costringerà a rivolgere nuovamente l'attenzione ai supporti.

Il primo e più rilevante è quello dei 23.700 punti, sotto cui la discesa proseguirà al test di area 23.500.

L'abbandono di questo livello aprirà le porte ad un approdo sui 23.250/23.200 punti, persi i quali il Ftse Mib punterà ad area 23.000 prima e in seguito ai 22.700 e ai 22.500 punti nella peggiore delle ipotesi.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com