L'analisi del Ftse Mib

La nuova settimana si è aperta con una seduta incolore per il Ftse Mib che si è fermato appena sopra la parità con un frazionale rialzo dello 0,06%.

L'indice si è mosso sostanzialmente nello stesso trading range già esplorato nella sessione di venerdì scorso, senza fornire particolari spunti operativi e senza apportare modifiche al quadro già delineatosi in chiusura della scorsa ottava.

C'è da notare che il raggiungimento di area 21.700/21.800 ha portato ad una frenata della spinta rialzista dell'indice che dopo la maggiore vivacità mostrata nelle sessioni precedenti, sembra faticare a spingersi ancora in avanti.

E' anche vero che questo rallentamento della fase ascendente non si è tradotto al momento in una flessione dei corsi, per cui potrebbe anche rivelarsi temporaneo in attesa di una ripresa più convincente verso l'alto.

Conferme in tal senso giungeranno dal superamento deciso di area 21.800, preludio ad un test della soglia psicologica dei 22.000 punti. In caso di violazione anche di questo ostacolo, il Ftse Mib metterà nel mirino prima i 22.200 punti e in seguito l'importante resistenza di area 22.500 che almeno in prima battuta dovrebbe contenere la spinta rialzista.

Eventuali ripiegamenti che dovessero materializzarsi in seguito al mancato superamento di area 21.800/22.000, vedranno il Ftse Mib scendere poco sotto i 21.600 punti, dove verrà chiuso il gap-up lasciato aperto mercoledì scorso.