Sotto i 21.500 punti il Ftse Mib si confronterà con il supporto intermedio dei 21.250/21.200 punti, rotto il quale si guarderà alla soglia psicologica di area 21.000.

Con discese al di sotto di questo sostegno l'attenzione andrà rivolta ai in primis al supporto intermedio dei 20.500 punti.

FinecoBank: la tenuta dei supporti lascia ben sperare

Chiusura in positivo ieri per FinecoBank che è salito di quasi mezzo punto percentuale, recuperando però solo in minima parte le perdite subite nella sessione di mercoledì, archiviata con un calo di oltre due punti percentuali.

Dai minimi di fine maggio in area 9 euro, il titolo si è reso protagonista di un forte recupero che lo ha portato quasi due euro più in alto, con un top a 10,78 euro nell'intraday del 5 luglio scorso.

Da questo livello è partito un ripiegamento di FinecoBank, condizionato anche dalla mossa di Unicredit che alla fine della prima decade di luglio ha collocato sul mercato oltre 111 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 18,3% del capitale.

Un placement che da una parte ha rimosso il rischio di overhang su FinecoBank, ma dall'altra ha avuto l'effetto di deprimere per ora le quotazioni.

Nelle ultime giornate il titolo è sceso a mettere sotto pressione la soglia dei 10/9,95 euro che al momento è rimasta inviolata in chiusura di sessione.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com