A Piazza Affari la seduta odierna, anche se con qualche incertezza, prosegue in rialzo per il Ftse Mib che vanta la migliore performance in Europa.

Ftse Mib in rialzo: industriali in evidenza. Stonano Ferrari e Prysmian

Tra le blue chips oggi si mettono in evidenza i titoli industriali, tra i quali spicca Leonardo con un rally di quasi il 4%, seguito da Fca e CNH Industrial che scattano in avanti del 3,1% e del 2,8%, mentre Pirelli si apprezza del 2,4%.

Più cauto Buzzi Unicem che guadagna comunque l'1,12% e ancor più STM che si accontenta di un frazionale rialzo dello 0,28%.

Stonano invece Ferrari e Prysmian che scendono in controtendenza e arretrano rispettivamente dell'1,11% e dell'1,41%.

Industriali: tanti i titoli buy. Tra questi c'è Fca

I protagonisti del settore industriale finiscono sotto la lente del mercato dopo che più di qualcuno ha già diffuso i risultati del secondo trimestre, mentre altri saranno chiamati a breve alla prova dei conti.

Diversi sono le opportunità di acquisto da cogliere nel comparto, a partire da Fca su cui ieri Equita SIM ha confermato la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 10,2 euro.

Gli analisti hanno apprezzato trimestrale nettamente migliore delle attese e hanno deciso di rivedere al rialzo le stime di Ebit adjusted 2020 da 600 milioni a 1 miliardo di euro, mantenendo invece un atteggiamento di maggiore prudenza sul debito netto, con una previsione ritoccata verso l'alto di 100 milioni a 2,4 miliardi di euro.

A puntare su Fca è anche Kepler Cheuvreux che ieri ha reiterato il rating "buy" con un target price alzato da 12,5 a 14 euro.

Il broker ha rivisto le stime del gruppo, incrementando quelle relative agli utili 2020-2021 e riducendo le previsioni di consumo di cassa 2020 da 5,8 a 3,1 miliardi di euro.

Fca piace anche a Banca IMI che invita all'acquisto con un fair value aumentato da 9,4 a 10,7 euro dopo che il gruppo ha chiuso il 2° trimestre con una perdita più contenuta del previsto.

Anche CNH Industrial e Ferrari sono da comprare

Sempre nella galassia Agnelli è un buon acquisto CNH Industrial che nei giorni scorsi è stato promosso da Banca Akros.

Gli analisti hanno rivisto la loro strategia da "accumulate" a "buy", mantenendo fermo il prezzo obiettivo a 8,5 euro, sulla scia delle trimestrale nettamente migliore delle stime. 

Interessante anche Ferrari che proprio oggi ha ricevuto una conferma bullish da Kepler Cheuvreux, con un rating "buy" e un target price a 170 euro.

Per il broker i conti del gruppo non hanno riservato sorprese, rispettando le previsioni, evidenziando però che una raccolta ordini record si tradurrà in un netto incremento dei ricavi, dell'Ebit adjusted e del free cash flow nei prossimi anni.

Leonardo piace a Mediobanca e Equita SIM

Buone notizie anche per Leonardo che secondo Mediobanca Securities è destinato a sovraperformare il mercato, con un fair value a 9,5 euro.
Il giudizio bullish è stato confermato dopo che la semestrale del gruppo ha restituito ricavi ben oltre le stime.

La stessa indicazione giunge dai colleghi di Equita SIM che dopo i conti hanno migliorato le stime di fatturato/Ebita 2020 nella parte bassa della guidance. 

La SIM milanese continua a puntare su Leonardo con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 9,2 euro.

Pirelli: Mediobanca è bearish

Sarà chiamato alla prova dei conti domani Pirelli e gli esperti di Mediobanca Securities si aspettano un Ebit in perdita per via dell'impatto negativo del trend dei volumi.
Gli analisti però hanno una view bearish su Pirelli, con un rating "underperform" e un target price a 3,7 euro.

Buzzi Unicem è da comprare. Oggi i conti

A svelare i numeri del primo semestre sarà oggi Buzzi Unicem che rientra nella top picks list di Kepler Cheuvreux, con un rating "buy" e un fair value alzato di recente da 23 a 25 euro.
Il broker ha rivisto le stime di eps con riferimento al periodo 2020-2022, aumentandole in media del 7%.

Prysmian fresco di promozione

Tra i titoli da mettere in portafoglio troviamo anche Prysmian che venerdì scorso ha ricevuto una promozione da Mediobanca Securities, con un cambio di strategia da "neutral" ad "outperform", a fronte di un target price salito da 19,2 a 25,2 euro.

Gli analisti credono che il gruppo potrebbe continuare a fare meglio dei competitors anche grazie ad un rigoroso controllo dei costi seguito fino ad ora sulle sue attività cicliche.

STM è un ottimo affare

Infine, un'opportunità da cogliere è offerta da STM che secondo Deutsche Bank è da acquistare con un fair value da 26 a 33 euro.

Gli analisti ritengono che il gruppo abbia archiviato un secondo trimestre impressionante in un contesto operativo sfidante.

A puntare su STM è anche Banca Akros che di recente ha migliorato il giudizio da "neutral" a d"accumulate", con un prezzo obiettivo aumentato da 26 a 30 euro.

L'upgrade è stato deciso dopo la trimestrale migliore del previsto e l'outlook robusto fornito da STM.