La nuova settimana è partita a passo di carica per due blue chips che di fatto hanno assurto a questo rango proprio da oggi.

Ftse Mib: entrano Interpump e Inwit, escono Bper e Ferragamo

Stiamo parlando di Interpump e di Inwit che in seguito alla consueta revisione trimestrale degli indici, sono entrati a far parte del paniere delle blue chips, in sostituzione di Bper Banca e di Salvatore Ferragamo.

Interpump e Inwit hanno festeggiano il debutto sul Ftse Mib facendo il pieno di acquisto e occupando le prime due posizioni tra le blue chips, con un rally in controtendenza rispetto al nuovo indice di riferimento.

Interpump e Inwit: seduta euforica oggi

Dopo tre sessioni consecutive in rosso e dopo aver accusato un ribasso di quasi il 4% venerdì scorso, Interpump oggi ha brillato, mettendo a segno un rally del 6,25% a 26,88 euro.

Il rialzo odierno è stato alimentato da volumi di scambio esplosivi, visto che a fine seduta sono transitate sul mercato oltre 900mila azioni, più del triplo della media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 300mila pezzi.

Bene anche Inwit che, pur mostrando minore vivacità rispetto ad Interpump, oggi è salito del 3,02% a 9,38 euro, con quasi 2,5 milioni di azioni trattate, contro la media mensile pari a circa 2,1 milioni di titoli.

Interpump e Inwit oggi sono finiti sotto la lente di Equita SIM che ha inserito i due titoli nel portafoglio principale, dopo la loro uscita da quello small cap.

Interoump e Inwit entrano nel portafoglio principale di Equita SIM

A seguito degli ingressi di Interpump e Inwit nel portafoglio principale, la SIM milanese fa sapere che l'investito sale al 90,1% dall'83,1% del mese precedente, riducendo il sottopeso rispetto al benchmark.

Gli esperti in ogni caso confermano un posizionamento difensivo nel portafoglio privilegiando i titoli difensivi quali utilities, healthcare e telecom.

Gli analisti tuttavia ritengono che la proposta del piano "Next Generation EU" e l'ulteriore potenziamento del "Pandemic Emergency Purchase Program" da parte della Bce possano continuare a sostenere maggiori flussi verso l`Europa e l'Italia, e per questa ragione riducono il sottopeso.

Inwit è da comprare

Inwit è entrato nel portafoglio principale con un eps di 288 punti base: gli a analisti di Equita SIM ribadiscono la raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 10,6 euro.

Interpump: buy confermato. Ecco perchè piace ad Equita SIM

Lo stesso rating "buy" viene reiterato per Interpump, con un target price a 31 euro, segnalando che il titolo è passato dal portafoglio small cap a quello principale, con un peso di 270 punti base.

Gli analisti evidenziano che Inwit nell’ultimo mese, e in particolare negli ultimi giorni, ha sottoperformato gli indici di riferimento e i principali competitors del settore idraulico.

Questo malgrado una generale capacità di overperformance di Interpump rispetto ai peers nell’idraulica e una buona resilienza attesa dalla divisione water jetting.

Gli analisti ritengono che la sottoperformance del titolo sia dovuta a flussi legati al cambio di indice e che quindi possa essere recuperata a breve.

Interpump tratta a 9 volte il rapporto enterprise value/EBITDA 2021 contro le 12 volte del suo competitors Parker.
Per quest'anno Equita SIm si aspetta da Interpump un calo dei ricavi del 5% e dell’EBITDA del -14%, e un 2021 il 5% circa sotto il 2019.

Il recupero potrebbe essere stimolato dai piani di investimento infrastrutturali in Europa e USA, due aree che valgono complessivamente l’80% dei ricavi del gruppo.