L'analisi del Ftse Mib

Nuova seduta in rialzo per il Ftse Mib che, in linea con quanto accaduto nella sessione di mercoledì, anche ieri si è spinto in avanti, salendo da solo in Europa.

L'indice delle blue chips ha guadagnato lo 0,56%, fermandosi a 22.169 punti, dopo aver toccato nell'intraday un nuovo massimo dell'anno a 22.270 punti.

Il mercato continua a mostrare più forza delle altre Borse europee, beneficiando di un contesto favorevole sul fronte obbligazionario, con lo spread BTP-Bund fermatosi ieri al di sotto dei 200 punti base.

Tanto basta per dare sostegno ai bancari che contribuiscono a spingere in avanti il Ftse Mib, riportatosi velocemente sopra i 22.000 punti dopo le incertezze tra la fine della scorsa settimana e gli inizi di quella che si conclude oggi.

Dal punto di vista tecnico sarà importante ora il superamento confermato in chiusura di sessione di area 22.200 per poter assistere ad un allungo in primis verso la soglia dei 22.500 punti.

Oltre questo livello si avranno ulteriori segnali di forza che proietteranno il Ftse Mib verso l'area dei 23.000 punti, con possibili estensioni rialziste fin verso i 23.150/23.200 punti.

Dal lato dei supporti sarà importante in primis la tenuta di area 22.000, visto che un ripiegamento al di sotto della stessa potrebbe condurre l'indice ad un nuovo test dei minimi delle ultime sedute in area 21.800.