Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite del 2,06% a 41,12 dollari.

Wall Street: conclusione positiva ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,85%  dello 0,91%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 10.550,49 punti, in progresso dello 0,59%.

I market movers in America

Dati Macro ed Eventi Usa: le richieste di sussidi di disoccupazione dovrebbero calare da 1,314 a 1,29 milioni di unità.

L'indice Philadelphia Fed di luglio è visto in calo da 27,5 a 20 punti, mentre le vendite al dettaglio a giugno sono attese in rialzo del 4,5% dopo il crollo del 17,7% e al netto della componente auto si stima un incremento del 4,2% rispetto al 12,4% precedente.

Per le scorte delle imprese a maggio si prevede un calo del 2,1% dopo il ribasso dell'1,3% precedente, mentre l'indice Nahb a luglio dovrebbe salire da 58 a 60 punti.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'apertura di Wall Street saranno resi noti i conti del secondo trimestre di Abbott Laboratories e di Johnson & Johnson, con un eps atteso rispettivamente di 0,42 e di 1,42 dollari.

Per le trimestrali di Bank of America e di Morgan Stanley le stime parlano di un utile per azione di 0,42 e di 1,12 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Netflix che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps di 1,81 dollari.  

I dati macro in Europa

Dati Macro ed eventi Europa: per oggi non sono previsti dati macro di rilievo e l'evento clou sarà il meeting della BCE che dovrebbe lasciare i tassi fermi allo 0%.
Da seguire la conferenza stampa della presidente Christine Lagarde.

I titoli da seguire a Piazza Affari

Risultati societari a Piazza Affari: oggi LU-VE presenterà i dati preliminari del primo semestre 2020.