L'analisi del Ftse Mib

Il forte ribasso accusato in avvio di settimana dal Ftse Mib è stato seguito ieri da un recupero, con una chiusura in rialzo dello 0,77% in area 20.700.

La reazione di ieri non è ancora sufficiente a scongiurare il rischio di nuovi cali nel breve, ma quantomeno ha allontanato leggermente i corsi dai minimi di area 20.500.

Questa soglia di prezzo è stata messa sotto pressione nella sessione di lunedì e ha favorito un primo recupero che dovrà trovare un seguito nelle prossime giornate affinchè il Ftse Mib torni in un'area di prezzo di maggiore sicurezza.

Con il superamento dei 20.750 punti sarà possibile un allungo verso area 21.000, ma solo con la violazione dei 21.150/21.160 punti sarà credibile un rimbalzo più corposo verso i 21.300/21.500 punti.

Un ritorno di positività si avrà con la copertura del gap del 6 maggio a 21.665 punti, colmato il quale il Ftse Mib potrà tornare sui massimi dell'anno in area 22.000.

Come detto prima nel breve sarà cruciale la tenuta di area 20.500, sotto cui la discesa proseguirà verso i 20.300 punti, dove verrà chiuso il gap di fine febbraio.

L'eventuale cedimento di questa soglia aprirà le porte ad un ribasso anche veloce verso i 20.000/19.980 punti, in corrispondenza dei quali è atteso un rimbalzo, in assenza del quale saranno da mettere in conto ripiegamenti più ampi del Ftse Mib verso i 19.600 punti prima e in seguito in direzione dei 19.300 punti.