In linea con quanto accade anche per le altre Borse europee, anche Piazza Affari quest'oggi mostra un buon progresso, con il Ftse Mib in ascesa dell'1,15% in area 23.000, a ridosso dei massimi intraday.

Il Ftse Mib porta avanti il recupero partito dai minimi di ieri

L'indice delle blue chips recupera così posizioni dopo le incertezze delle ultime sedute che lo hanno portato non più tardi di ieri a poca distanza dall'area dei 22.500 punti.

Da questo livello è partito un rimbalzo che si sta manifestando in maniera più decisa oggi, per quanto il Ftse Mib viaggia ancora ad una certa distanza dai massimi dell'anno toccati poco oltre i 23.800 punti intorno a metà novembre.

Ftse Mib: per Marzotto l'azionario italiano è sottovalutato

A guardare con un certo ottimismo alle prospettive di Piazza Affari sono agli analisti di Marzotto Investment House, i quali in una nota diffusa nei giorni scorsi evidenziano che l'azionario italiano non ha ancora scontato lo shift verso il basso dell'intera curva dei rendimenti e i tassi negativi della sua parte breve. 

Secondo gli esperti le azioni italiane restano mediamente sottovalutate rispetto a quelle degli altri principali mercati industrializzati.

Gli analisti spiegano che non si tratta tanto del livello dell'indice Ftse Mib che è ancora oltre il 50% al di sotto dei massimi del 2000, perchè alcuni settori, come quello finanziario e delle telecomunicazioni, non recupereranno mai più determinate capitalizzazione.

Marzotto però evidenzia che settore per settore emerge una sottovalutazione dei multipli, soprattutto per le azioni più cicliche e per le società a piccola capitalizzazione.