Una seduta all'insegna della volatilità per le Borse europee che dopo aver atteso a poca distanza dalla parità il meeting della BCE, hanno dapprima accelerato al rialzo, per poi cambiare bruscamente direzione di marcia.

Borse giù dopo prima reazione positiva. Ftse Mib sotto quota 22.000

Al momento il Ftse100 resiste intorno ai valori del close di ieri, mentre il Cac40 e il Dax30 arretrano rispettivamente dello 0,4% e dell'1,04%.

In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib nel primo pomeriggio ha aggiornato i massimi dell'anno con un top a 22.357 punti, per poi avviare un movimento a passo di gambero.

Spread e BTP volatili dopo BCE. Eur/Usd su montagne russe

L'indice è sceso fino ad un minimo a 21.778 punti, presentandosi ora a ridosso dei 21.950, con un calo dello 0,54%.
Molta volatilità anche sul fronte obbligazionario, dove lo spread BTP-Bund è salito fin poco oltre i 196 punti base, per poi riportarsi ora a 188 basis point, con un ribasso dello 0,48%.

Il rendimento del BTP a 10 anni invece, pur avendo ritracciato dai top intraday all'1,586%, resta in rialzo di oltre l'1% all'1,527%.

Da segnalare infine la salita sulle montagne russe dell'Euro-Dollaro che prima è sceso sui minimi dell'anno a ridosso di 1,11, per poi avviare un recupero e riportarsi intorno ad area 1,115, con un frazionale rialzo dello 0,14%.

BCE: tassi fermi o più bassi a lungo. A settembre un taglio?