L'analisi del Ftse Mib

Prosegue l'avanzata di Piazza Affari che ieri è stata l'unica a chiudere in positivo gli scambi insieme alla Borsa tedesca, lasciando indietro quella inglese e francese.

Il Ftse Mib ha terminato gli scambi su nuovi top dell'anno a 22.428 punti, con un progresso dello 0,28%, dopo aver testato la soglia dei 22.500 punti, violata solo nell'intraday.

Come da attese la rottura dei precedenti massimi dell'anno in area 22.350/22.360 ha portato nuovi allunghi dell'indice che si è diretto subito verso il target successivo dei 22.500 punti.

Se il Ftse Mib riuscirà a violare questo ostacolo getterà le bassi per un ulteriore salita con primo obiettivo area 22.800 e target successivo a quota 23.000/23.100 punti, raggiunta la quale sarà credibile una pausa prima di nuovi spunti al rialzo.

La mancata rottura di area 22.500 potrebbe favorire alcune prese di profitto sul Ftse Mib che in tal caso andrebbe a rivedere prima la soglia dei 22.350/22.300 punti, precedente resistenza e ora supporti.

Al di sotto dell'area appena indicata la discesa dell'indice proseguirà verso i 22.150 punti prima e in seguito verso area 22.000.

Un'eventuale violazione di questo supporto aprirà le porte ad una flessione più marcata verso i 21.750 punti prima e in seguito fino ad area 21.500.