L'analisi del Ftse Mib

Ftse Mib: la settimana si è aperta con una seduta all'insegna degli acquisti a Piazza Affari che ha messo a segno la migliore performance tra le Borse europee.

L'indice delle blue chips dopo la flessione delle ultime due sedute della scorsa ottava è riuscito a dare vita ad un recupero, riconquistando la soglia dei 19.500 punti, dopo aver tentato un allungo verso area 19.700, con successivo ripiegamento di circa un centinaio di punti dai top intraday.

La pronta reazione di ieri non deve stupire più di tanto dopo la flessione accusata dal Ftse Mib nelle due sessioni precedenti e vista la vicinanza di aree supportive che al momento sono rimaste inviolato.

L'indice ha ritrovato la via dei guadagni grazie alla rinnovata vitalità del settore bancario, cui si è aggiunto ieri anche un sostegno dei titoli del settore oil, capaci di performare bene malgrado la debolezza del petrolio.

Non cambiano i livelli chiave di riferimento da monitorare con attenzione nel breve, segnalando che ora il primo supporto è in area 19.500.

Con conferme al di sopra di tale soglia il Ftse Mib potrà tentare un attacco all'ostacolo intermedio dei 19.700/19.800 punti, superati i quali ci sarà spazio per un nuovo test della soglia psicologica dei 20.000 punti, dopo i due della scorsa ottava non andati a buon fine.

Oltre area 20.000 si avrà una ripresa del trend rialzista interrotto sul finire della scorsa settimana, con estensioni successive verso i 20.200/20.300 punti prima e in seguito in direzione di area 20.500.

Ritorni al di sotto dei 19.500 punti vedranno il Ftse Mib scivolare prima verso i 19.350 e in seguito verso i 19.200 punti, sotto cui si assisterà ad un approdo in area 19.000.