L'analisi del Ftse Mib

Ftse Mib: la positività già mostrata dall'indice in avvio di settimana ha trovato un seguito nella sessione di ieri. Piazza Affari anche ieri ha indossato la maglia rosa nel panorama europeo, approfittando degli spunti positivi offerti in particolare da alcuni bancari e dai titoli del settore oil, oltre a quelli di alcuni temi del comparto industriale.

La ritrovata fiducia del mercato nelle ultime ore è da ricondurre ad alcune positive indicazioni arrivate dagli Stati Uniti, con riferimento ad un accordo di massima del Congresso per evitare un nuovo shutdown, cui si aggiunge la fiducia degli investitori nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Dal punto di vista tecnico, la risalita al di sopra di area 19.500 ha permesso al Ftse Mib di riconquistare l'area dei 19.700/19.800.

Con conferme al di sopra di questo livello ci sarà spazio per un allungo verso la soglia psicologica dei 20.000 punti che già in due occasioni ha svolto la sua funzione di resistenza la scorsa settimana, respingendo le quotazioni verso i 19.300/19.250 punti.

Vista l'importanza della barriera di prezzo in questione, non bisogna dare per scontata una rottura di area 20.000. Se però il Ftse Mib sarà in grado di perforare questo ostacolo, allora potrà estendere il recupero in prima battuta verso i 20.200/20.300 punti, dove verrà chiuso un gap-down lasciato aperto lo scorso 8 ottobre.

Ulteriori segnali di forza spingeranno l'indice al test dei 20.500 punti che almeno in prima battuta dovrebbero contenere la spinta rialzista.