L'analisi del Ftse Mib

Il rimbalzo registrato in avvio di settimana ha lasciato il posto ieri ad un ritorno delle vendite che, per quanto contenute, hanno costretto Piazza Affari ad una chiusura negativa.

Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,25% a 21.399 punti, dopo aver tentato nell'intraday di avvicinare nuovamente la soglia dei 21.500 punti.

Per poter assistere ad ulteriori allunghi nel breve sarà necessario il superamento dei 21.500/21.560 punti, oltre i quali l'indice si dirigerà verso i 21.700/21.800 punti.

Oltre questo livello ci sarà spazio per una prosecuzione del rialzo verso area 22.000 e sarà questa l'ultima soglia da abbattere per poter pensare ad un ritorno dei corsi sui massimi dell'anno in area 22.350.

Fino a quando il Ftse Mib non riuscirà a scavalcare in maniera decisa la soglia dei 21.500/21.550 punti, sarà reale il rischio di nuove incursioni ribassiste.

In caso di ripiegamenti l'indice troverà un supporto intermedio in area 21.250, violata la quale la discesa proseguirà verso la soglia psicologica dei 21.000 punti.

Negativo sarà un abbandono di questo livello che aprirà le porte ad ulteriori sviluppi ribassisti, con il Ftse Mib che potrebbe scendere verso 20.700 punti prima e in seguito in direzione di area 20.500.