Iscriviti al webinar gratuito dal titolo: STRATEGIE OPERATIVE DI TRADING : COME OPERARE SUI MERCATI FINANZIARI  che Pietro Origlia terrà il prossimo Mercoledì 20 Marzo alle ore 18.00. Disponibili 300 posti. Ai partecipanti FXGM regalerà un libro a scelta su come "Diventare un trader di successo".

Per molti, il solo pensare di poter prendere il Giappone a modello appare ridicolo. Eppure, uno studio dell’impatto delle dinamiche demografiche e politiche giapponesi sulla Borsa avrebbe potuto fornire interessanti elementi di valutazione per un investitore europeo.
Dopotutto, l’Europa è l’area più simile al Giappone in termini di invecchiamento della popolazione. Cosa possiamo trarre dall’esperienza del paese del Sol Levante?
Circa un anno fa avevo scritto una column sul medesimo tema. A quel tempo rilevavo come una popolazione in rapido invecchiamento e una politica monetaria relativamente misurata, sia della Bank of Japan sia nell’eurozona, potessero mantenere bassi i rendimenti delle obbligazioni in entrambe le regioni per un lungo periodo. Un’ulteriore considerazione riguardava le società con una presenza globale e un modello di business difensivo, in grado di performare meglio rispetto alle aziende con un focus prevalentemente domestico. E’ quindi gratificante notare che i migliori settori degli ultimi dodici mesi sono stati l’healthcare e poi food, beverage e tabacco. I risultati a un anno non sono molto significativi, ma ben si sposano con un trend che potrebbe continuare nel lungo termine, dato che la crescita degli utili sta diventando merce rara in un mondo sviluppato con una bassa crescita nominale del prodotto interno lordo.