Prima di iniziare il video odierno dedicato al Premier Conte lasciatemi un’amara considerazione. Allora non entrerò nei dettagli per ovvi motivi e non vi dirò nulla di sorprendente, anzi è qualcosa che vi ho sempre detto e che voi tutti sapete perfettamente, una cosa sulla quale non avete dubbi.

In Italia non c’è democrazia, o meglio non si può fare informazione, anzi più precisamente non si può fare informazione ad un certo livello.

Certo non vi sto dicendo nulla di nuovo, già in diversi video precedenti vi ho sempre avvertito che io ero libero di dire tutto ciò che volevo, e voi avevate l’opportunità di ascoltarmi, senza alcuna restrizione, perché comunque siamo un gruppo ristretto, vi ho sempre detto che dovevamo quindi godere di questo … chiamiamolo privilegio.

Ma vi avevo anche avvertito che questa libertà l’avremmo avuta finché restavamo un gruppo dopotutto ristretto. Finché non avremmo avuto una certa diffusione a livello nazionale.

Attenzione, sia ben chiaro, io sono estremamente orgoglioso dei 30.000 iscritti al canale You Tube e dei quasi 22.000 follower di Facebook, sono numeri per me straordinari che non avrei mai pensato di raggiungere.

Detto questo debbo dirvi che ci lasciano in pace perché ogni video viene visto mediamente fra You Tube e Facebook da circa 30.000/40.000 persone, naturalmente sto facendo una media grossolana.

Vi posso assicurare che se superassimo le 100/150.000 visualizzazioni comincerebbero le problematiche, qualcuno comincerebbe a consigliarmi di non toccare certi temi, o perlomeno di non farlo in un certo modo.