Non si era mai visto in precedenza una cosa simile, evidentemente il Sig. Giuseppe Conte è terrorizzato dall’eventualità nemmeno troppo lontana di finire in maniera ignominiosa la propria carriera politica.

Con il discorso fatto in diretta Facebook ha dimostrato così tutta la sua inadeguatezza nello svolgere un compito che travalica le proprie capacità.

D’altronde un leader non si improvvisa, non si può prendere un avvocatucolo di provincia e metterlo a fare il Primo Ministro di un Paese fra i più importanti al mondo, questo è sostanzialmente il grande fallimento del Movimento 5 Stelle, un grande Movimento che aveva avuto un grande consenso avendo basato il proprio programma su grandi ideali che tanto avevano incontrato il favore degli italiani.

Ma in qualsiasi attività dell’uomo l’improvvisazione non giova.

Conte è un Premier improvvisato e questa sera ne ha dato un esempio eclatante. D’altronde si poteva facilmente immaginare che dopo un giovedì santo di “tradimento” facesse seguito un venerdì santo di passione.

Dopo la Caporetto dell’eurogruppo nella quale non è stato umiliato il Ministro Gualtieri, quello è anni che viene umiliato in Europa, ieri ad uscire umiliata dalla riunione dell’eurogruppo è stata l’Italia visto che non è stata accettata nessuna delle proposte da noi portate avanti, mentre sono stata approvate tutte quelle avanzate dall’Olanda il cui Ministro delle Finanze alla fine gongolava.

Eurobond e Mes

Ebbene cosa è accaduto oggi.

Semplicemente che non sono stati solo i leader dell’opposizione a criticare l’accordo firmato da Gualtieri, ma a dirsi contrari, totalmente contrari, sono stati anche numerosi esponenti del Movimento 5 Stelle.

Certo questo scatto d’orgoglio del Movimento può anche essere dovuto allo spirito di sopravvivenza, nel senso che già hanno perso circa il 60% del proprio elettorato visto che hanno dovuto piegare la testa su quasi tutte le battaglie che avevano sostenuto in campagna elettorale, e se avessero abbassato la testa anche sul MES per loro sarebbe stata prossima la completa estinzione.

Ricordo che nel programma elettorale del Movimento 5 Stelle era scritto nero su bianco che il MES non andava riformato, ma addirittura doveva essere “smantellato” questo il preciso termine utilizzato sul programma elettorale.

Quindi questa cosa non doveva passare.

Il Movimento ha quindi oggi dato un aut aut a Conte, sul MES sarebbero stati disposti a votare contro facendo di fatto cadere il Governo.

Per Conte una prospettiva angosciante, immagino che ore debbono essere stato per lui, se gli tolgono quella poltrona a Palazzo Chigi temo che quell’uomo possa andare in depressione. 

D’altronde quell’ok da parte di Gualtieri ieri notte, un ok che ovviamente lui deve aver avallato, lo ha messo in una situazione quasi senza uscita, ma tuttavia se l’è andata a cercare lui, adesso il re è nudo.

Non si possono fare gli interessi della Germania e dell’Olanda e poi raccontare agli italiani di aver difeso i nostri interessi, per un po’ gli italiani ti credono, perché gli italiani sono creduloni, ed ingenui, ma a tutto c’è un limite, non amano esser presi per i fondelli, oltre certi limiti.

Non puoi dire in Italia NO MES SI’ EUROBOND e poi andare in Europa e approvare SI’ MES E NO EUROBOND.

Era troppo davvero, Conte, non ti devi assolutamente permettere di trattare il popolo italiano da imbecille e allora la figura dell’allocco l’hai fatta tu.

Come poteva uscire da questa situazione obiettivamente per lui apparentemente senza vie d’uscita, ribadiamo tuttavia, situazione nella quale nessuno lo ha costretto, ma si è messo lui tentando di prendere in giro gli italiani.

Allora si è andato ad ingarbugliare e, come si dice in questi casi, la toppa è stata peggio dello sbrego.

Ha dovuto difendere Gualtieri altrimenti con le dimissioni di Gualtieri sarebbe crollato anche lui, ha quindi penosamente detto che Gualtieri non ha approvato nulla e che noi il MES non lo chiederemo. Beh ci mancava solo che chiedessimo l’intervento del MES, in un caso del genere il Premier dovrebbe essere incriminato per attentato alla Costituzione, anche se so che è un reato ascrivibile al solo Capo di Stato, ma insomma tanto per capirci.

Richiedere il MES (con le condizionalità) significa cedere totalmente la sovranità agli stranieri, è in aperto e palese contrasto con l’Art. 1 che come tutti sappiamo dice che la sovranità appartiene al popolo.

Quindi Conte dice che noi non richiederemo l’aiuto del MES ed allora che battaglia abbiamo portato avanti? Statemi a sentire, perché è comica, abbiamo fatto questa battaglia affinché altri Stati possano richiedere l’intervento del MES.

Avete capito? Sì caro Conte, certo, saranno la Germania e l’Olanda a chiedere di essere aiutati dal MES e tu andrai a Berlino ed ad Amsterdam a far rispettare tutte le condizioni previste.

Ma non fare ridere. 

Il nostro Premier ha fatto la figura di quello che entra nel frutteto per rubare una mela e quando la sta staccando dall’albero, scoperto dal padrone del frutto si ferma e dice “stavo guardando che varietà di mele coltivate”.

Ma se si fosse fermato lì, cerco avrebbe fatto una figura di … però finiva lì, invece ha voluto proseguire e lì ha dimostrato a tutti d’essere un uomo senza qualità.

Ha attaccato frontalmente infatti, citandoli i capi dell’opposizione Matteo Salvini e Giorgia Meloni, ma nell’attaccarli ha fatto un errore clamoroso, veramente inanella una figuraccia dopo l’altra.

Inizia infatti dicendo che il MES non è una novità ma una cosa che esiste dal 2012

Giusto Giuseppe hai ragione proprio dal 2012

E aggiunge, lei Giorgia Meloni era anche Ministro.

Ignorante

Ignorante nel senso buono, ossia nel suo senso letterale ossia persona che ignora, perché Giorgia Meloni era Ministro nel Governo Berlusconi che, come tutti sanno fu buttato giù con un golpe di spread dall’Europa nel novembre del 2011.

Il Mes fu approvato dal nostro Parlamento nel 2012 quindi durante il Governo Monti.

Insomma non è ammissibile che un Primo Ministro non conosca neppure le varie legislature che si sono succedute nel nostro Paese.

Ma oltretutto un Primo Ministro deve essere il Primo Ministro di tutti gli italiani, io penso che non sia mai successo che in una diretta televisiva il Premier si sia permesso di attaccare personalmente rappresentanti dell’opposizione.

Ma come concludere questo video.

Allora la storia non è finita, anzi è appena iniziata. Ora vedremo cosa andrà a dire il nostro Premier al Consiglio europeo, e poi al nostro Parlamento.

Un’ultima annotazione per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle che si affanna nel dire che l’Italia non ha attivato il MES, ma certo, ripeto ci manca solo che si attivi il MES e poi siamo a posto, il fatto è che voi volevate giustamente sottolineo giustamente “smantellarlo” ed ora a cosa siete ridotti a difendere il MES, ci avete spiegato che il nostro governo andava in Europa a fare una battaglia contro il MES e per gli eurobond ed invece ci siamo piegati sui voleri di Olanda e Germania, se per voi questo è un successo.