Intanto il numero uno del Fondo Monetario Internazionale (FMI) Christine Lagarde ha avvertito sui rischi che una guerra commerciale globale potrebbe portare, rappresentando una sconfitta per tutti. Una posizione nettamente contraria a quella del presidente Trump secondo cui "le guerre commerciali sono buone". Secondo quanto riferito, invece, dalla Lagarde, "L'impatto macroeconomico sarebbe serio, non solo se gli Stati Uniti agissero, ma soprattutto se altri paesi dovessero vendicarsi, in particolare quelli che sarebbero più colpiti, come il Canada, Europa e Germania in particolare" aggiungendo che "In una guerra commerciale, caratterizzata da aumenti reciproci delle tariffe di importazione, nessuno vince, ma tutti si trovano ad essere perdenti”.