Con la diffusione del virus, le cose potrebbero peggiorare ulteriormente. Mentre Frank Häusler, Chief Strategist di Vontobel Asset Management si aspetta un calo significativo della crescita economica globale, si aspetta ancora una ripresa verso l'estate.

Anche se "Covid-19" non è ancora una pandemia, sembra destinato a essere classificato come tale visto il numero crescente di casi confermati in tutto il mondo, anche al di fuori della Cina. In Europa, l'Italia sembra particolarmente colpita. Se è troppo presto per valutare l'impatto sulla terza economia europea, è opportuno sottolineare che la maggior parte dei casi si è verificata nella regione italiana economicamente più forte, la Lombardia, che rappresenta il 25% del PIL del Paese - con la capitale finanziaria italiana, Milano, anch'essa colpita.

Il numero dei paesi colpiti sembra crescere di giorno in giorno. Tra questi vi sono il Giappone e la Corea del Sud, le cui economie sono fortemente legate a quelle della Cina e dipendono dai turisti cinesi. La vicinanza dei mercati asiatici alla Cina ne fa la regione più esposta all'epidemia di virus. Frank Häusler ha abbassato le previsioni anche per la maggior parte dei mercati al di fuori dell'Asia.

Il lato positivo dei fondamentali

Prima dell'epidemia di Covid-19, l'economia andava bene. I Global and Regional Purchasing Managers Index (PMI) hanno iniziato a mostrare una ripresa nel settore manifatturiero e nel settore dei servizi non hanno mai veramente preso l'influenza. Eppure ci sono sottocomponenti dei PMI che indicano livelli di stress nelle catene di fornitura.