Incentivi auto: fino a 4000 € per la rottamazione dell'auto

Decreto Rilancio, dal primo luglio fino a 4.000 € per chi rottama l'auto, ma non solo, in questa guida potrai scoprire tutti gli incentivi auto previsti per il 2020 e 2021, dall'Ecobonus allo stop all'eco-tassa, per arrivare infine ad una panoramica generale del mercato automobilistico

Image

La crisi globale generata da COVID-19 ha messo in seria difficoltà anche il settore automobilistico! Le fabbriche di tutto il mondo  sono state chiuse, le drammatiche cadute del mercato azionario hanno colpito il valore di quasi tutte le case automobilistiche, le vendite di veicoli sono crollate e la maggior parte dei principali eventi automobilistici sono stati cancellati. La vendita di auto nuove, si è arrestata bruscamente dopo che le misure di isolamento dei governi ha imposto la chiusura delle concessionarie. All'indomani della crisi finanziaria globale di un decennio fa, molte case automobilistiche negli Stati Uniti e in Europa hanno interrotto la produzione per impedire l'accumulo di veicoli invenduti.  

Possiamo affermare che i  massicci effetti globali della pandemia di coronavirus hanno avuto un impatto altrettanto sismico sull'industria automobilistica, se non superiori alla passata crisi finanziaria. Ma oggi i governi di tutto il mondo si stanno riorganizzando per aiutare l'intero settore. Quest'anno si vedranno percorsi divergenti tra le società, ma in Italia, pare che il governo sia pronto per trovare soluzioni concrete.Anche se c'è da aggiungere che l'emergenza coronavirus, ha portato a un maggiore stress sul distanziamento sociale, il che significa che le persone ora preferiranno utilizzare veicoli personali rispetto ai trasporti pubblici.

Incentivi auto in Italia

Con l'emendamento al Decreto Rilancio depositato il 3 giugno alla Camera, la maggioranza del governo, composta da  Partito Democratico, Leu e Italia Viva , ha  proposto una serie di agevolazioni e incentivi per il mondo dell'auto. Unanorme che arriverebbero proprio a doc per salvare un mercato che ha toccato un calo delle  immatricolazioni,  del 50 per cento rispetto all'anno scorso. Nell'ultima settimana sono stati presentati diversi emendamenti al decreto Rilancio, andiamo ad analizzare assieme gli incentivi proposti per il settore automobilistico.

Incentivi Auto: la rottamazione

Se l'emendamento verrà approvato, l'operazione partirà dal 1° luglio di quest'anno e durerà fino al 31 dicembre. Il Bonus in questione, prevederebbe  un contributo statale di 2.000 euro e di altri 2.000 euro da parte del concessionario, per un totale di  4.000 euro  concessi a seguito della rottamazione di un veicolo che abbia almeno 10 anni. Anche nel caso, non si volesse rottamare l'auto, si potrà ricevere un bonus, uno sconto, sull'acquisto di un veicolo nuovo Euro 6 con emissioni di C02 superiori a 61g/km. Quest'ultimo sconto prevederebbe il bonus di 2000 euro, 1000 euro sempre concessi dal contributo statale e 1000 euro dalla concessionaria.

Usato auto e rottamazione

Con misure differenti, la rottamazione, è prevista pure per il mercato dell'usato. Infatti, sempre dal 1° luglio al 31 dicembre di quest'anno sarà possibile rottamare un'automobile  usata Euro 0,1,2 e 3 con un usato non inferiore a euro 5.  Se ti stai chiedendo : " dove stà il vantaggio?" La risposta è molto semplice, il vantaggio sarà l'esenzione degli oneri fiscali sul trasferimento.

Ecobonus auto: fondo per auto a basse emissioni

Tra i provvedimenti più importanti a favore del settore automobilistico,  c'è quello dell’Ecobonus auto. Questo bonus, che  si basa sulle emissioni di anidride carbonica dei veicoli, prevede  l’aggiunta, di 300 milioni per spronare l’acquisto di auto a basse emissioni. Ovvero saranno stanziati 100 milioni per il 2020 e 200 milioni per il 2021. Lo stanziamento contenuto nell’articolo 44 serve ad aumentare  il fondo per l’Ecobonus auto istituito con la legge di Bilancio del 2019.  Due sono le fasce che possono richiedere l'incentivo: da 0 a 20 grammi per le elettriche e da 21 a 60 g/km di CO2 che comprende diverse auto ibride plug-in. L'incentivo che viene erogato con o senza rottamazione prevede cifre diverse in base al veicolo, vanno da 1.500 a 6.000 euro. Per accedere al bonus, le auto che si possono rottamare vanno da Euro 0 a Euro 4. Inoltre per beneficiare del bonus l'auto non deve superare il prezzo d'acquisto dei 50 mila euro Iva esclusa.

Incentivi auto 2021

Il prossimo anno, il contributo sarà valido solamente per veicoli Euro 6 con emissioni di C02 tra i 61 e i 95 g/km Inoltre, scenderà di 2000 euro per quanto riguarda la rottamazione dell'auto e a mille euro per la seconda opzione, citata anche precedentemente, ovvero quella che non prevede di rottamare il veicolo.

Stop Eco-tassa

Tra gli emendamenti, compare pure lo "Stop all'Eco-tassa". Ovvero si potrebbe avverare l'ipotesi di bloccare, fino alla fine del 2020, l'applicazione del controverso "malus" per le auto più inquinanti previsto dalla legge di bilancio 2019. Il Malus era volto  a disincentivare l'acquisto di vetture con emissioni di anidride carbonica superiori ai 160 g/km. Attualmente l’eco-tassa che è graduata per livello di emissioni di CO2, varia tra 1.100 e 2.500 euro.

Mercato auto in Italia, post Covid

C'è da aggiungere comunque che secondo l'analisi di segugio.it, leader nella comparazione assicurativa in Italia, il mercato delle auto e delle moto sta ripartendo. Infatti rispetto alla Fase 1 i preventivi assicurativi sono in ripresa per le auto nuove, seppur a livello nazionale ancora in negativo, con una Media nazionale al (-33,5%). Pare essere l'Abruzzo (+33%), la regione con maggiore crescita. Parlando dell'usato, invece, migliora il trend dei preventivi per prime assicurazioni dei veicoli a seguito del passaggio di proprietà (-11,5%), con in testa la Sicilia, (+31,5%).