Una carta di pagamento elettronica che, per intenderci, è uguale a quella per il reddito di cittadinanza, ma che prevede il riconoscimento di un importo fisso che è pari a 80 euro ogni due mesi, e quindi un bonus per la famiglia da 480 euro annui per l'acquisto di generi alimentari presso gli esercizi convenzionati, ed anche per pagare alla posta le bollette della luce e del gas.

Inps Carta Acquisti, detta e nota anche come Social Card: ecco i requisiti

Sono queste, infatti, le principali caratteristiche della Carta Acquisti, che è nota anche come Social Card, e che può essere richiesta dalle famiglie con Isee 2020 in corso di validità sotto la soglia dei 6.966,54 euro, ma a patto che all'interno del nucleo familiare ci siano bambini di età inferiore a tre anni o cittadini di nazionalità italiana dai 65 anni in su in accordo con quanto riporta il sito dell'Inps.

Agevolazioni con la Social Card, dalle somme aggiuntive agli sconti

I titolari di Carta Acquisti, oltre agli 80 euro caricati bimestralmente dallo Stato italiano, possono beneficiare dell'accredito di ulteriori somme se queste sono deliberate e stanziate dagli enti territoriali. Così come sulla fornitura di beni di pubblica utilità i titolari di Carta Acquisti possono accedere a sconti particolari. In più, i negozi e le farmacie che aderiscono al Programma Carta Acquisti riconoscono uno sconto che è pari al 5%.

Come presentare la domanda per la Carta Acquisti: i moduli e la Guida

La domanda per chiedere e per ottenere la Carta Acquisti si presenta presso gli uffici postali utilizzando il modulo per over 65 oppure quello per bambini di età inferiore ai 3 anni. C'è pure la Guida in formato pdf che si può visionare e scaricare cliccando qui.