Bonus 600 euro e Naspi: cosa devi sapere vista l’emergenza Coronavirus?

In piena emergenza Covid-19 c’è da domandarsi quali siano i requisiti necessari per richiedere INPS Disoccupazione Naspi, quanto dura e se ci sono novità rilevanti.

Il lavoratore dipendente o assimilato che nel corso del corrente anno perde involontariamente il proprio lavoro, nonostante il blocco licenziamenti fino al16 maggio, può comunque fare affidamento sull’indennità INPS Disoccupazione Naspi.

Come funziona esattamente questa nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego.

INPS Disoccupazione Naspi: novità contenute nel Decreto Cura Italia

Nel Decreto Cura Italia è prevista l’indennità di 600 euro per i percettori dell’indennità INPS Disoccupazione Naspi e bonus 600 euro.

Al fine di agevolare la presentazione delle domande Bonus 600 euro e INPS Disoccupazione 2020 NASpI, in considerazione dell’emergenza Coronavirus, per gli eventi di cessazione involontaria dall’attività lavorativa verificatisi a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, i termini di decadenza sono stati estesi da 68 a 128 giorni.

Pertanto, per effetto del Decreto Cura Italia, le domande INPS Disoccupazione 2020 NASpI presentate oltre il termine ordinario possono beneficiare della decorrenza della prestazione dal 68° giorno successivo alla data di cessazione involontaria del rapporto di lavoro.

INPS Disoccupazione Naspi: quando arriva l’accredito?

Il pagamento dell'indennità INPS Disoccupazione Naspi verrà accreditato a partire dal 10 del mese in poi.

La mensilità del mese di marzo sarà accreditata a partire dal 10 aprile e seguenti.

La data di accredito dell’indennità di disoccupazione INPS Naspi 2020 può cambiare da lavoratore a lavoratore in quanto dipende anche da quando è stata presentata la domanda.

Poi la data di accredito dell’indennità di disoccupazione INPS Naspi 2020 dipende anche dal fatto se si tratta della ricezione del primo assegno o meno.

Per controllare lo stato dell’accredito dell’INPS Disoccupazione Naspi è necessario accedere al sito www.inps.it > servizio /fascicolo previdenziale/ del cittadino e inserire il codice fiscale ed il codice PIN Online.

INPS Disoccupazione Naspi e Bonus 600 euro: a chi spetta?

La platea dei beneficiari dell’indennità INPS Disoccupazione Naspi e Bonus 600 euro spetta alle seguenti categorie:

  • Lavoratori dipendenti;
  • Dipendenti a tempo determinato della Pubblica Amministrazione;
  • Personale artistico sempre se a contratto subordinato;
  • Apprendisti;
  • Soci di cooperativa purché abbiano instaurato un rapporto subordinato.

Sono esclusi dal sussidio INPS di disoccupazione Naspi 2020 i dipendenti PA a tempo indeterminato e gli operai agricoli.

I requisiti necessari per accedere all’indennità INPS Disoccupazione Naspi e Bonus 600 euro sono ascrivibili ai seguenti:

  • almeno 13 settimane di contribuzione versata nei 4 anni precedenti al licenziamento;
  • perdita del lavoro per cause indipendenti dalla volontà del lavoratore;
  • almeno 30 giorni di effettivo lavoro nei 12 mesi precedenti l’inizio della disoccupazione.