Come previsto dal decreto agosto, le indennità di disoccupazione, Naspi e Dis-Coll, saranno prorogate per altre due mensilità a partire dal giorno di scadenza.

Naspi e Dis-Coll: due mesi di proroga. I dettagli che arrivano dall'Inps

I due mesi ulteriori saranno riconosciuto a quanti è scaduto tra l'1 maggio e il 30 giugno 2020 il periodo di fruizione delle indennità.

Come spiegato dall'Inps nella circolare n. 111 del 29 settembre 2020, per la proroga di due mesi delle indennità NASpI e DIS-COLL non è necessario presentare alcuna domanda, in quanto si procederà d’ufficio all’estensione delle stesse.

Naspi e Dis-Coll: chi può accedere alla proroga e chi è escluso

L'accesso alla proroga può avvenire però solo in presenza di determinate condizioni, ossia il beneficiario non deve essere destinatario di nessuna delle indennità Covid-19, comprese quelle previste a favore dei lavoratori domestici e dei lavoratori sportivi e marittimi.

Sono incompatibili anche le indennità a favore di pescatori autonomi e non potranno beneficiare della proroga coloro che hanno beneficiato della Naspi in forma anticipata, ossia una tantum.

L'estensione di Naspi e Dis-Coll per altre due mensilità è riconosciuta anche ai soggetti che hanno beneficiato della proroga delle medesime indennità, introdotta dall’articolo 92 del decreto Rilancio Italia.

Naspi e Dis-Coll: che succede in caso di pensione?

L'importo delle ulteriori due mensilità aggiuntive, come spiegato dall'Inps, è pari a quello dell’ultima mensilità spettante per la prestazione originaria.

Nella circolare dell'Inps si legge inoltre che nel caso in cui il percettore delle prestazioni NASpI e DIS-COLL maturi i requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata durante il periodo di estensione delle indennità, queste ultime non saranno oggetto di proroga.

Le eventuali somme indebitamente erogate saranno oggetto di recupero da parte dell’Inps.

Nel caso in cui percettore di Naspi e Dis-Coll abbia già presentato alla data del 29 settembre la domanda di certificazione per Ape Sociale, il riconoscimento della proroga delle indennità di disoccupazione è sospeso.
L’interessato, entro il 31 ottobre 2020, potrà chiedere di volersi avvalere della proroga di Naspi e Dis-Coll.

Per quanto concerne la sola prestazione di disoccupazione NASpI, per la quale è previsto l’accredito della contribuzione figurativa, quest'ultima sarà riconosciuta anche per le ulteriori due mensilità aggiuntive erogate, e, ove spettanti, saranno pagati anche gli assegni per il nucleo familiare.

Naspi riconosciuta a chi cessa lavoro aderendo ad accordo collettivo aziendale

Infine, il decreto agosto ha previsto che a quanti cessano il rapporto di lavoro aderendo ad un accordo collettivo aziendale, è comunque riconosciuta l’indennità di disoccupazione NASpI.

I lavoratori che cessano il rapporto di lavoro a seguito di accordo collettivo aziendale stipulato dalle organizzazioni sindacali e che ha ad oggetto un incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro medesimo, sono tenuti in sede di presentazione della domanda di indennità NASpI, ad allegare l’accordo collettivo aziendale e la documentazione attestante l’adesione allo stesso da parte del lavoratore interessato, al fine di potere accedere alla prestazione di disoccupazione NASpI.