Come richiedere all’INPS il PIN online? Il PIN INPS online e il PIN INPS dispositivo 2020, sono un codice identificativo personale che consente a tutti i cittadini di accedere per via telematica ai servizi online dell’INPS.

Cosa bisogna fare per accedere all’INPS online? Come richiedere all’INPS il PIN? Scopriamolo in questa guida di Trend Online.

INPS Online: cos’è il PIN?

Per accedere all’INPS Online è necessario il PIN ovvero un codice identificativo personale che permette l'accesso ai servizi telematici offerti dall’Istituto di Previdenza Nazionale sulla base dei dati e delle caratteristiche anagrafiche presenti negli archivi.

Grazie al PIN gli utenti possono utilizzare i servizi INPS a loro dedicati tra cui i servizi ai lavoratori, agli iscritti alla Gestione separata, Privata o Pubblica.

Possiamo utilizzare il PIN Ordinario per consultare i dati della propria posizione contributiva o della propria pensione, oppure il PIN dispositivo per richiedere le prestazioni e i benefici economici ai quali si ha diritto.

PIN INPS online: come richiederlo?

Il PIN può essere richiesto:

  • tramite Contact center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico).
  • presso le sedi INPS (in tal caso, il PIN sarà dispositivo);
  • online, attraverso la procedura di richiesta PIN.

Per farsi rilasciare il PIN INPS online, occorre:

  • visitare il sito www.inps.it;
  • andare nella sezione richiesta PIN INPS;
  • seguire la procedura guidata ed inserire i dati che vengono richiesti;
  • al termine della procedura, il sistema rilascia all'utente i primi 8 caratteri del PIN, che arriveranno via email o tramite SMS allo smartphone;
  • i secondi 8 caratteri del PIN arriveranno in busta chiusa tramite posta ordinaria al proprio indirizzo di residenza.

Una volta ricevuto il PIN INPS da 16 caratteri, l'utente deve effettuare il primo accesso al sito www.inps.it e seguire la procedura guidata.

Al termine della procedura, gli viene rilasciato il PIN INPS ordinario di 8 caratteri.

Ricordiamo che il PIN ottenuto online o tramite il Contact Center è di tipo Ordinario.

Le sedi INPS rilasciano immediatamente il PIN Dispositivo.

Per richiedere prestazioni e benefici economici occorre dunque convertire il PIN ordinario in PIN dispositivo.

INPS Online: PIN, SPID e CNS

Il PIN assegnato all’utente scade ogni sei mesi, mentre il PIN assegnato agli intermediari istituzionali scade ogni tre mesi.

Nel caso in cui il sistema dovesse rilevare che il PIN è scaduto, occorre seguire la procedura guidata per richiedere un nuovo PIN online.

È possibile accedere ai servizi INPS online anche attraverso la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di secondo livello, che hanno a tutti gli effetti lo stesso valore del PIN dispositivo. 

Questo vuole dire, ad esempio, che l’utente può utilizzare le credenziali SPID anche se già in possesso di un PIN.

Per accedere ai servizi INPS online è possibile utilizzare dal 21 luglio 2017 le credenziali SPID, ovvero il sistema di accesso che consente di utilizzare, con un'identità digitale unica, i servizi telematici della Pubblica Amministrazione e dei privati accreditati.

Il sistema SPID assicura la piena protezione dei dati personali, non è consentito alcun tipo di profilazione e la tua privacy è garantita.

Con SPID è possibile accedere velocemente ai servizi online INPS ovunque ci si trovi e da qualsiasi dispositivo.

Cosa serve per ottenere SPID e accedere ai servizi online INPS? Un documento d’identità valido – carta d’identità, passaporto, patente o permesso di soggiorno – e la tessera sanitaria con il codice fiscale.

È necessario poi un indirizzo email e un numero di telefono cellulare. Per richiedere lo SPID bisogna avere compiuto 18 anni.

I migliori provider che forniscono SPID sono: Aruba, InfoCert, Poste, Intesa, Sielte, Register.it, Lepida, Namirial, Tim.

Nella procedura di registrazione dello SPID il riconoscimento è il passaggio più macchinoso, che si può fare attraverso webcam, con un lettore di smart card o di persona.

Ai servizi online INPS è possibile accedere anche con la Carta Nazionale dei Servizi o CNS: si tratta di un dispositivo (ovvero una Smart Card o una chiavetta USB) che contiene un “certificato digitale” di autenticazione personale.

La Carta Nazionale dei Servizi è uno strumento informatico che consente l’identificazione certa dell’utente in rete e permette di consultare i dati personali resi disponibili dalle pubbliche amministrazioni, tra cui anche l’INPS.

Per richiedere una CNS con funzioni di Firma Digitale sarà necessario recarsi presso la propria Camera di Commercio ed effettuare la relativa richiesta.

Il richiedente dovrà presentarsi di persona, munito di un documento di riconoscimento valido e successivamente alla richiesta saranno avviate le pratiche di emissione e consegna del certificato/ kit di firma.

È necessario essere in possesso di un indirizzo e-mail valido, il quale dovrà essere comunicato in fase di rilascio certificato/kit di firma.

Per agevolare gli utenti interessati, è stata attivata una collaborazione con soggetti esterni accreditati (Commercialisti, Consulenti del lavoro etc.) ai quali è possibile rivolgersi per effettuare la richiesta dei dispositivi di firma digitale e dei certificati di autenticazione CNS.

INPS Online: prestazioni e servizi telematici con il PIN

Dal sito dell’INPS è possibile richiedere l’erogazione di diverse prestazioni come:

-misure di contrasto alla povertà come il Reddito di Cittadinanza e la Pensione di Cittadinanza;

-indennità, prestazioni economiche come la NASpI, la pensione sociale e l’indennità per congedo parentale;

-bonus asilo nido o il bonus bebè;

-borse di studio erogate tramite concorso;

-assegni familiari come sostegno economico per nuclei familiari;

-accesso a case di riposo per pensionati autosufficienti.

Inoltre, il sito dell’INPS online mette a disposizione numerosi servizi per i pensionati e per i lavoratori che stanno per andare in pensione o che hanno aderito a diverse forme di previdenza complementare.

In caso di malattia i lavoratori e i datori di lavoro possono consultare e stampare i certificati di malattia telematici attraverso il servizio dedicato e utilizzare il Polo unico Visite Mediche di Controllo.

Inoltre, è possibile richiedere il riconoscimento dell’invalidità civile, oltre che l’indennità Covid-19 per i lavoratori dipendenti, autonomi e parasubordinati.