Nel suo ultimo outlook sui mercati, JPMorgan aveva consigliato ai clienti di preparare strategie di protezione del portafoglio per accompagnare la fine delle politiche monetarie espansive delle banche centrali e prepararsi a fronteggiare "sfide durature nel 2020" date le preoccupazioni su un possibile downturn economico. Secondo gli esperti della banca americana, il nuovo messaggio accomodante lanciato mercoledì scorso dalla Federal Reserve su tassi e riduzione del bilancio ha però modificato sostanzialmente il quadro, e gli investitori dovranno riconsiderare la tempistica del ciclo d'investimenti tenendo conto che passano in secondo piano per ora i timori di una recessione. 



Cosa cambia con la mossa della Fed

“Se la Fed è meno spaventata dalla piena occupazione, più tollerante rispetto a un eccesso d'inflazione e meno ansiosa di adottare politiche restrittive, allora il 2020 potrebbe non essere un anno per discutere di recessione", scrivono gli analisti della banca americana in una nota di fine settimana scorsa. Traendone la conseguenza che posizionarsi in modo difensivo tra la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo "sarebbe prematuro".