Dal 2020 per l'Isee si cambia in quanto la cosiddetta Dsu, che scatta la fotografia sulla condizione economica di una famiglia, sarà online in modalità precompilata e con tutta una serie di dati precaricati dall'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps).

Conto corrente non dichiarato nell'Isee, dall'1 gennaio 2020 niente più menzogne

Tra i dati precaricati a sistema ci saranno, tra gli altri, i redditi, le proprietà immobiliari ed i conti correnti posseduti sui quali mentire sarà impossibile. Al riguardo, infatti, il sito laleggepertutti.it mette in evidenza come nel 2016 in Italia, su dati ABI, 8 italiani su 10 possedevano almeno un conto corrente, mentre su ogni 10 Isee presentati, nello stesso anno, in ben 7 è stato dichiarato di non possedere un conto bancario o postale.

I vantaggi delle nuova Dsu online

Per i furbetti, quindi, l'Isee online 2020 sarà di conseguenza un grosso problema, mentre per chi non ha niente da nascondere rappresenta una grossa opportunità in quanto si può ottenere la Dsu subito in pochi click senza rivolgersi ad un Caf così come avviene sinora.