Seduta col piede sull'acceleratore a Piazza Affari per le azioni di Italgas, che in un clima oggi positivo per il Ftse Mib mette a segno un rialzo di quasi due punti percentuali salendo per la terza seduta consecutiva.

Italgas brilla sul Ftse Mib

Il titolo, dopo l'avanzamento dell'1% registrato al close di ieri, viene fotografato alle 16.30 a quota 5,60 euro, in progresso del 2,04% e con circa 1,9 milioni di azioni transitate sul mercato, ancora a una certa distanza dai volumi medi di scambio giornaliero degli ultimi tre mesi pari a circa 2,1 milioni di pezzi.

Italgas, Imi positivo su deal in Grecia

Oggi intanto Italgas di finisce nel radar di Banca Imi, che ribadisce sull'azione il rating Add, con prezzo obiettivo a 6,5 euro, in una nota che si concentra sulle ragioni per le quali la società può puntare sulla greca Depa Infrastructure, società pubblica di distribuzione gas di cui il governo ellenico ha messo in vendita il 65% nell'ambito del piano di privatizzazioni.

Italgas secondo quanto emerso nei giorni scorsi ha avviato trattative per acquisire da Eni Gas e Luce la quota del 49% che quest'ultima detiene in Eda Thess, controllata per il 51% da Depa: quest'ultima quota del 51% dovrebbe essere verrà trasferita in Depa Infrastructure, controllata dal Hellenic Republic Asset Development Fund con una quota del 65% (una quota del 35% è in mano a Hellenic Petroleum), e le manifestazioni d'interesse sono attese entro il 14 febbraio 2020, con l'offerta vincolante prevista a maggio.

Imi: le ragioni per cui Imi può puntare a Depa

In primo luogo, Imi spiega che una eventuale operazione avrebbe una logica strategica nella crescita esterna di Italgas, considerati anche i ritardi delle gare di gas in Italia.