Ed ecco che il giorno successivo i “sellers”, non possono più nascondersi, il Dow Jones e lo S&P500 crollano lasciando sul terreno oltre tre punti percentuali, il Nasdaq quasi quattro.

Ma si sa che il giorno dopo i mercati possono fermarsi un attimo a riflettere, Wall Street infatti è chiusa in segno di lutto (per la morte dell’ex Presidente Bush Senior). In Europa ovviamente continua la discesa, gli investitori non si fidano … e fanno bene.

Perché oggi arriva la mazzata decisiva, Londra (-3,1%), Parigi (-3,3%) e Francoforte (-3,5%), una gelata da paura!

Ed ovviamente la nostra Piazza Affari non poteva fare eccezione, sul Ftse Mib (-3,54%) non poteva salvarsi nessuno, soltanto tre titoli riescono a ridurre il calo entro il punto percentuale, e sono: Italgas (-0,52%), Campari (-0,80%) ed Atlantia (-0,81%).

Sul fondo invece ecco Finecobank (-6,77%), Saipem (-6,39%) e Diasorin (-6,34%).

Al momento Wall Street ritraccia leggermente dai minimi di giornata, il Dow Jones perde due punti percentuali, ribassi ancora minori per lo S&P500 (-1,7%) ed il Nasdaq (-1,4%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/