Anche il 2018 è partito all'insegna della crescita per i mercati azionari globali che portano avanti un trend positivo che dura ormai da diversi anni. Secondo gli esperti di Cassa Lombarda, tre sono i fattori chiave che sostengono l'azionario: una buona crescita economica, un'inflazione contenuta e una normalizzazione graduale delle politiche monetarie da parte delle Banche Centrali mondiali.

Il sentiment resterà positivo in assenza di particolari shock

L'idea è che il sentiment sia destinato a rimanere positivo in assenza di particolari shock sia sul fronte macro che micro. Cassa Lombarda ricorda che a breve la stagione delle trimestrali Usa entrerà progressivamente nel vivo e fornirà interessanti indicazioni sulle prospettive di crescita dei profitti societari.
Il mercato scommette che la riforma fiscale Usa contribuirà a sostenere gli utili aziendali, mentre il rafforzamento dell'euro potrebbe rappresentare un freno per gli esportatori europei.

Jp Morgan non vede motivi per evitare gli asset rischiosi

A guardare con fiducia alle Borse è anche Karen Ward, Chief Market Strategist per la Gran Bretagna e l'Europa di JP Morgan Asset Management.
L'esperta ritiene che non ci sia alcun motivo per evitare gli asset rischiosi, visto che nel 2017 la crescita ha superato le previsioni nella maggior parte delle principali economiche e quello appena iniziato sarà il decimo anno di espansione globale.

Karen Ward riconosce che il rapporto prezzo-utili è salito oltre gli standard storici, lo stesso non è eccessivamente elevato, specie in Europa. 
Questo permette di mantenere una view positiva sugli asset di rischio e quindi sulle Borse, tenendo presente che secondo l'esperta di Jp Morgan l'asse portante su cui si basa questa view è rappresentato dai fondamentali macro. 
In quest'ottica sarà importante seguire con attenzione tutti gli aggiornamenti su questo fronte, in modo da poter cogliere eventuali cambiamenti del ciclo economico.