La fase di stallo dei mercati dovrebbe essere agli sgoccioli

L'idea è che il rally possa proseguire per qualche settimana, ma nel periodo agosto-settembre si potrà avere una fase meno positiva, di correzione dell'intero movimento iniziato a marzo.Di D.Daolio

Segnaliamo che è disponibile il nuovo libro di Dario Daolio: “Strategie e tecniche di investimento con le opzioni”. Edizione Franco Angeli. Per acquistare online clicca quiPREVISIONI PER L'INDICE FTSE MIBNeppure in settimana la situazione di stallo, sui mercati azionari, si è sbloccata: gli indici continuano ad oscillare in uno spazio sempre più ristretto, compreso tra un livello di forte resistenza orizzontale ( che nel caso del nostro indice collochiamo a quota 20600/20700) e una serie di supporti che si alzano progressivamente.Ormai dovremmo essere "agli sgoccioli" di questa configurazione grafica, nel senso che, se essa si rivelerà essere una figura triangolare di continuazione, come abbiamo ipotizzato nelle ultime settimane, allora è possibile che l'indice riesca finalmente ad avere ragione della resistenza già nelle prossime sedute, operando il tanto atteso breakout, e spingendosi verso l'area di resistenza successiva, che nel nostro caso è a quota 22000/22500.Una forte mole di scoperto, proprio in corrispondenza della resistenza, potrebbe fungere da carburante per una eventuale accelerazione rialzista, dopo l'ipotizzato superamento della resistenza.E' questa l'evoluzione che ci sembra più probabile, nel brevissimo termine, per le quotazioni sul mercato azionario.La lunga figura di congestione laterale, che si è andata formando dai primi di maggio, ha permesso al mercato di "smaltire" gli eccessi dovuti al forte rally precedente, senza subire danni eccessivi, in termini di prezzi: abbiamo osservato che ogni accenno di correzione è prontamente rientrato, e attribuiamo questo comportamento delle quotazioni all'ingresso di quanti erano rimasti "fuori" dal rally, ed hanno approfittato, ai primi sintomi di calo, per posizionarsi.