La Fed non interviene sui tassi di interesse. Confermato il range 0%-0,25%

La Banca Centrale americana ha rispettato le attese del mercato che però reagisce male, con il Dow Jones scivolato al di sotto della parità.

Al termine della riunione di politica monetaria iniziata ieri, la Banca Centrale americana ha deciso di non intervenire sui tassi di interesse, che restano così fermi nel range compreso tra lo 0% e lo 0,25%. Questo livello è stato confermato anche nelle tre precedenti riunioni, dopo l’ultimo taglio deciso a dicembre scorso, il nono della lunga serie iniziata nella parte finale del 2007. La decisione odierna non ha colto di sorpresa il mercato che di fatto si era già preparato ad un simile verdetto. L’attenzione è rivolta ora al comunicato che accompagna l’annuncio ufficiale sul costo del denaro. Intanto il mercato sta reagendo in maniera negativa, con un vistoso ritracciamento dai massimi segnati nella prima parte della sessione. Il Dow Jones ha azzerato i guadagni riportandosi al di sotto della parità, mentre l’S&P500 e il Nasdaq Composite mantengono ancora un progresso rispettivamente dello 0,7% e dell’1,48%.