Il vero protagonista di oggi a Piazza Affari è senza dubbio Leonardo che, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un ribasso di un punto percentuale, quest'oggi ha imboccato subito la via dei guadagni.

Leonardo svetta sul Ftse Mib con un rally a due cifre

Il titolo ha accelerato progressivamente al rialzo, conquistando la prima posizione nel paniere del Ftse Mib e riportandosi su livelli che non si vedevano dalla prima decade di novembre.

Negli ultimi minuti Leonardo viene fotografato a 9,572 euro, con un rally del 10,86%, alimentato da volumi di scambio molto elevati, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 10,3 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,36 milioni di pezzi.

A mettere le ali al titolo contribuisce la presentazione dei risultati del 2018, avvenuta ieri dopo la chiusura di Piazza Affari.

Leonardo: i risultati dell'esercizio 2018

Il gruppo ha archiviato lo scorso anno con un utile netto pari a 510 milioni di euro, in rialzo dell'83%, grazie a minori oneri finanziar e di ristrutturazione e a tasse più contenute.

I ricavi sono saliti del 4,3% a 12,24 miliardi ed è in crescita ane l'Ebitda che ha riportato un incremento del 4% a 1,12 miliardi di euro, mentre l'Ebit è calato del 15,3% a 715 milioni di euro.

A fine 2018 il gruppo evidenzia un indebitamento netto pari a 2,351 miliardi di euro, in riduzione dell'8,8% rispetto all'anno precedente, poco sotto la guidance fissata a circa 2,4 miliardi.

Il portafoglio di Leonardo contava al 31 dicembre scorso ordini complessivi per 36,12 miliardi di euro, in aumento del 7,8%, segnalando che lo scorso anno il gruppo ha acquisito nuovi ordini per 15,2 miliardi di euro, principalmente grazie all'acquisizione del contratto N90 Qatar per 3 miliardi di euro.