A dispetto dell'andamento negativo di Piazza Affari, dove il Ftse Mib scende su nuovi minimi di giornata, prosegue il rally di Leonardo che sale in netta controtendenza, mantenendosi in prima posizione tra le blue chips.

Leonardo in rally dopo la recente debacle

Il titolo, reduce da ben dieci sedute consecutive in calo, è riuscito oggi ad interrompere questa lunga sequenza negativa, mettendo a segno un forte rialzo.

Leonardo, pur avendo già ritracciato dai massimi di giornata a 10,46 euro, mantiene un forte vantaggio, passando di mano negli ultimi minuti a 10,18 euro, con un rialzo del 4,35% e oltre 5 milioni di azioni scambiate fino ad ora, ben oltre la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,8 milioni di pezzi.

Leonardo: i numeri del primo trimestre

A mettere le ali al titolo oggi sono i risultati del primo trimestre diffusi dal gruppo ieri dopo la chiusura di Piazza Affari.
Leonardo ha archiviato il periodo in esame con un utile netto pari a 77 milioni di euro, in rialzo del 54% rispetto ai 50 milioni del primo trimestre 2018.

Il dato beneficia oltre che del miglioramento del risultato operativo, anche di minori oneri di ristrutturazione e della riduzione dell'ammortamento di attività derivanti da purchase price allocation e degli oneri finanziari.

In crescita anche i ricavi che sono aumentati dell'11,2% a 2,725 miliardi di euro, principalmente per effetto dell'Elettronica per la difesa e sicurezza e, in misura inferiore, degli Elicotteri.
L'Ebita del primo trimestre è in aumento del 6,5% a 163 milioni di euro, mentre l'Ebit del 29% a 156 milioni.