Mentre la terza banca del Regno Unito viene letteralmente decapitata, con le dimissioni del derettore generale Jerry del Missier, dell’ad Robert Diamond e del Presidente Marcus Angius, in seguito allo scandalo legato alle manipolazioni del Libor, molti si chiedono, ma cos’è il Libor? Cosa è realmente successo? Ma soprattutto, cosa succederà ancora, visto che Diamond, prima delle dimissioni ha già fatto sapere che durante la sua audizione davanti alla commissione parlamentare del Tesoro, si toglierà qualche sassolino dalla scarpa e molti già pensano che tirerà in ballo esponenti di spicco del governo laburista?

Andiamo per ordine. Che cosa è Libor? Libor è l'abbreviazione per London Inter bank Offered Rate il tasso di prestito interbancario, una misura del costo del denaro che le banche applicano quando si prestano moneta liquida, spesso a mercati chiusi. In realtà è una raccolta dei tassi generati su 10 monete in 15 periodi di tempo differenti, che vanno da un giorno ad un anno. I tassi Libor sono fissati ogni giorno lavorativo, attraverso un processo supervisionato dall'Associazione British Bankers.

Come colpisce i consumatori? Libor è punto di riferimento più importante al mondo per i tassi di interesse. Circa 10 miliardi di dollari di prestiti - compresi i tassi delle carte di credito, prestiti auto, prestiti agli studenti e mutui a tasso variabile - vengono regolati in seguito ai dati forniti dal Libor, così come alcune dei 350.000 miliardi dollari in derivati ​​sono legati al Libor.
Se il Libor sale, i pagamenti mensili dei tassi di interesse possono salire di conseguenza. Se va giù, alcuni mutuatari potranno godere di tassi di interesse più bassi, ma i fondi comuni di investimento e le pensioni con investimenti in Libor a base di titoli guadagnano meno in interessi.