L'Italia, ufficialmente in recessione tecnica, rischia la 'crescita zero' nel 2019. A confermarlo negli ultimi giorni non è stata solo la Confindustria, ma in queste ore anche il ministro dell'Economia Giovanni Tria intervenendo al Festival dell'Economia Civile a Firenze. 

Recessione Italia, verso crescita zero nel 2019

La posizione del ministro del MEF stona, tra l'altro, rispetto alle più recenti dichiarazioni dei due vicepremier a partire da Luigi Di Maio che, per il 2019, ha invece parlato di un Governo al lavoro per garantire una crescita in linea con le aspettative

Quell'1% di crescita PIL stimato dall'Esecutivo per il 2019 appare sempre più scritto nell'acqua in quanto non solo nel primo, ma anche nel secondo trimestre del 2019 l'espansione del prodotto interno lordo quasi sicuramente non ci sarà. 

Quota 100 e reddito di cittadinanza non bastano per rilancio consumi e occupazione

Le speranze del Governo giallo-verde sono letteralmente aggrappate agli effetti positivi attesi, nella seconda metà del 2019, su quota 100 e sul reddito di cittadinanza, ma lo choc sui consumi e sull'occupazione, a detta di molti, dovrebbe essere poco incisivo. E questo anche perché, a conclusione del mese di marzo del 2019, non c'è stata proprio la corsa al reddito di cittadinanza visto che complessivamente le domande non hanno nemmeno superato la quota di 1 milione.