A meno di un'ora dalla chiusura delle contrattazioni odierne, prosegue in netto rialzo la seduta di Mediobanca che oggi guadagna terreno per la terza seduta di fila.

Mediobanca strappa al rialzo e spicca tra i bancari

Dopo aver chiuso la sessione di ieri con un vantaggio di circa mezzo punto percentuale, oggi il titolo si è posizionato subito sopra la parità, per poi registrare un'improvvisa accelerazione al rialzo nel primo pomeriggio.

Negli ultimi minuti Mediobanca passa di mano a 7,486 euro, con un rally del 3,45% e oltre 5,3 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 8,4 milioni di pezzi.

Mediobanca: focus su verdetto BCE a salita Delfin oltre il 10%

Mediobanca è finito sin dalle prime battute sotto i riflettori, sulla scia delle indicazioni di stampa, riportate in particolare da Milano Finanza, tornato a parlare della richiesta di autorizzazione di Delfin per salire in Mediobanca.

Il quotidiano questa mattina scriveva che il discorso verde dell'Eurotower alla società di Leonardo Del Vecchio per salire sopra al 10% di Mediobanca, era atteso per domani, quando scadrà il termine dei 60 giorni lavorativi dalla richiesta inoltrata da Delfin.

Quest'ultima sarebbe stata qualificata, sempre secondo quanto riferisce Milano Finanza, come investitore finanziario senza pretese di governance, tant’è che Del Vecchio non avrebbe intenzione di presentare una sua lista per il rinnovo del consiglio di Mediobanca all’assemblea del prossimo 28 ottobre.

Mediobanca: cosa cambia con l'ok della BCE a Del Vecchio?

Stando ai rumor circolati nelle ultime due ore, la BCE avrebbe già dato oggi il suo ok a Leonardo Del Vecchio, secondo quanto riferito da alcune fonti a conoscenza del dossier.

Mancano conferme ufficiali in tal senso, visto che no c'è stata per ora alcuna indicazioni da parte della stessa Delfin.

In ogni caso, secondo gli analisti di Equita SIM il discorso della BCE a salire oltre il 10% di Mediobanca, aumenterebbe l’appeal speculativo sulla banca di Piazzetta Cuccia e Generali, creando un forte supporto specialmente sulla prima.

Confermata la view positiva su Mediobanca che per la SIM milanese resta un titolo da acquistare, con un prezzo obiettivo a 9 euro.