Hans-Jörg Naumer, Director Global Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors, spiega che gli sviluppi della scorsa settimana sembrano suggerire agli investitori che è tempo di prepararsi per l’autunno. In Giappone, un calo sorprendentemente significativo dell’indice composito dei leading indicator  ha spinto l’indice ai minimi decennali. In Germania il comparto manifatturiero ha evidenziato una nuova flessione degli ordinativi in termini reali, per di più superiore alle attese. Il trend ribassista del settore industriale tedesco è ascrivibile in larga misura al significativo deterioramento del sentiment delle imprese a livello globale. È tuttavia incoraggiante il fatto che ultimamente la produzione industriale tedesca abbia invertito la rotta sorprendendo al rialzo.

La settimana prossima

È iniziata la stagione di pubblicazione degli utili del terzo trimestre, che come sempre parte con le società USA - spiega Hans-Jörg Naumer -. In tutti i settori si prevede una crescita media degli utili appena inferiore allo zero, a condizione che le stime degli analisti per le aziende statunitensi (in media: -4% t/t) vengano rettificate al rialzo, come di consueto, e che tali rettifiche siano di portata analoga.

Si dovrebbe inoltre osservare una forte dispersione a livello settoriale. Probabilmente utility e real estate registreranno i maggiori incrementi degli utili, i produttori di energia le flessioni più nette. Anche materiali e IT potrebbero evidenziare una certa decelerazione dei profitti. Il rallentamento della crescita e il venir meno degli effetti degli sgravi fiscali negli Stati Uniti penalizzeranno utili e margini.