La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Usa

In lettera American Express (-5,15%) e Mastercard (-4,81%). Microsoft ha registrato una flessione del 4,79%. Johnson & Johnson ha ceduto il 3,16%. Sono prevalse le vendite anche su Facebook (-5,37%).

Italia

Poco mossa Eni (+0,02%) mentre Saipem ha perso l’1,45%.

In crescita il settore delle utilities con Enel (+2,00%), Italgas (+1,26%), Snam (+2,45%), A2A (+1,60%) e Terna (+0,92%).

Telecom Italia ha ceduto l’1,75% ed il titolo ha chiuso ad euro 0,4779.

Chiusura positiva per il settore industriale con Buzzi Unicem (+2,42%), Brembo (+1,35%), Leonardo (+1,45%) e Fincantieri (+0,52%).

Le società della “Galassia Agnelli” hanno chiuso in territorio positivo con FCA (+1,03%), Ferrari (+1,52%), CNH Industrial (+0,24%) ed Exor (+1,15%).

Moncler ha guadagnato lo 0,20% mentre Ferragamo e Tod’s hanno perso, rispettivamente, lo 0,18% e l’1,04%.

Seduta negativa per il settore bancario con UniCredit (-4,24%), Banco Bpm (-8,23%), Ubi Banca (-0,48%), Mediobanca (-0,91%), Banca Mediolanum (-0,41%) ed Intesa Sanpaolo (-0,82%). In controtendenza Banca Generali (+0,29%).

Assicurazioni Generali non hanno registrato variazioni (+0,00%) ed il titolo ha chiuso ad euro 15,98.

In denaro Poste Italiane (+3,87%). Negativa Pirelli (-2,10%).

Gran Bretagna

In denaro Bat (+3,30%). Tesco ha registrato un incremento del 3,02%. In crescita Bp (+0,90%). Poco mossa Vodafone (-0,03%). GlaxoSmithKline ha ceduto l’1,35%.