La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Usa

American Express perde lo 0,20%. Prevalgono le vendite su Coca-Cola (-0,70%). Pfizer cala dello 0,52%.

In lettera Amgen (-0,80%). Facebook segna un rialzo dell’1,69%. Ben comprata Microsoft (+1,01%).

Italia

Chiudono in terreno positivo i titoli del settore utilities con Enel (+0,87%), Italgas (+1,41%), Snam (+0,36%), A2A (+0,80%) e Terna (+1,31%).

Telecom Italia perde lo 0,13% ed il titolo chiude a euro 0,5194.

In evidenza negativa Mondadori (-2,43%). Recordati guadagna l’1,05%.

Chiusure contrastate per il settore bancario con UniCredit (-0,64%), Banca Generali (-0,06%), Banco Bpm (+4,78%), Mediobanca (+0,12%), Banca Mediolanum (+1,76%) ed Intesa Sanpaolo (+2,36%). In evidenza positiva Ubi Banca (+23,55%) a seguito dell’Ops lanciata sulla stessa da Intesa Sanpaolo.

Poco mosse Assicurazioni Generali (+0,03%) ed il titolo si porta a euro 18,78.

In lettera Moncler (-1,62%) e Ferragamo (-0,99%). Resta invariata Tod’s (+0,00%).

Chiusure miste per Buzzi Unicem (-1,53%), Brembo (-2,23%), Leonardo (+0,13%) e Fincantieri (+0,83%).

Prevalgono le vendite su Eni (-0,91%) e Saipem (-1,47%).

Seduta negativa per i titoli della “Galassia Agnelli” con FCA (-0,93%), CNH Industrial (-1,10%) ed Exor (-0,92%). In controtendenza Ferrari (+1,04%).

Gran Bretagna

GlaxoSmithKline cresce dello 0,32%. In lettera Tesco (-0,35%). Diageo segna un rialzo dello 0,57%. Ben comprata Vodafone (+2,77%).