La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Usa

Chiusure negative per il settore digital con Facebook (-1,15%), Ebay (-0,21%), Netflix (-3,39%) e Microsoft (-1,06%). In forte denaro Booking (+7,09%). Debole Tesla (+0,24%).

Italia

Poco mossa Banca Generali (+0,09%) mentre hanno registrato forti incrementi UniCredit (+4,44%), Banco Bpm (+4,80%), Ubi Banca (+2,57%), Mediobanca (+5,66%), Banca Mediolanum (+2,00%) ed Intesa Sanpaolo (+2,99%).

Assicurazioni Generali sono cresciute del 2,76% ed il titolo si è portato ad euro 12,465.

In denaro il settore del lusso con Moncler (+4,87%), Ferragamo (+7,28%) e Tod’s (+2,87%).

Ferrari è rimasta invariata (+0,00%) mentre sono prevalsi gli acquisti su FCA (+3,39%), CNH Industrial (+3,55%) ed Exor (+2,46%).

Debole Eni (+0,17%). In calo Saipem (-0,41%).

Seduta contrastata per il comparto delle utilities con Italgas (-0,53%), Snam (+0,39%), A2A (+2,63%) e Terna (-0,75%). Poco mossa Enel (+0,09%).

Telecom Italia ha guadagnato l’1,32% ed il titolo ha chiuso ad euro 0,3304.

Seduta ampiamente positiva per il settore industriale con Brembo (+8,58%), Leonardo (+6,70%) e Fincantieri (+0,48%). In controtendenza Buzzi Unicem (-0,66%).

Gran Bretagna

In denaro Compass (+4,61%). Ben comprate Bat (+1,43%) e Diageo (+0,92%). Bp è rimasta quasi invariata (-0,02%). In calo GlaxoSmithKline (-0,89%), Tesco (-1,32%) e Vodafone (-0,86%).

Germania

Sono prevalsi gli acquisti sul settore automotive con Daimler (+2,46%), Volkswagen (+2,15%) e Bmw (+3,14%). Bayer ha ceduto l’1,22%. Ben comprata Adidas (+3,15%).

Francia

In forte denaro Axa (+4,17%), Bnp Paribas (+7,25%) e Capgemini (+3,67%). Ben comprate anche Kering (+3,85%) e Lvmh (+0,95%). In controtendenza Carrefour (-1,40%) e Sanofi (-1,30%).

Economia

Germania: la fiducia dei consumatori, in giugno, si è attestata a -18,9 punti dai precedenti -23,1 punti. Gli analisti stimavano un dato pari a -18,6 punti.

Usa/1: la fiducia dei consumatori, in maggio, si è portata a 86,6 punti dai precedenti 85,7 punti. Gli analisti stimavano un dato pari ad 88 punti.

Usa/2: le vendite di nuove abitazioni, in aprile, sono cresciute dello 0,6% dopo la contrazione del 13,7% in marzo.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Si è tenuta, nelle giornate del 25 e 26 maggio 2020, la conferenza Virtuale dedicata alle PMI quotate sul mercato AIM Italia e sul segmento STAR di Borsa Italiana. All’Evento virtuale hanno partecipato otto Società che si avvalgono di Banca Finnat come Corporate Broker: sette quotate su AIM Italia (Askoll EVA, Fervi, Neosperience, Grifal, Portobello, Powersoft e Officina Stellare) ed una (Mondo TV) quotata su STAR. Anche grazie alle attività svolte da Banca Finnat, tali società hanno ricevuto interesse da parte di ben 45 diversi Investitori Istituzionali che hanno partecipato a 72 meeting. Nonostante gli impatti a volte negativi sui numeri presenti e futuri delle società, dovuti principalmente alla diffusione del Covid-19, è emerso che molti imprenditori hanno dimostrato di aver saputo reagire, trasformando i modelli di business, adottando nuove tecnologie e ripartendo con ancora più entusiasmo sui vari progetti. Peraltro, l’intero mercato AIM sembra aver ben reagito a questo momento di difficoltà: l’indice AIM Italia, da inizio anno, ha perso circa il 13,3%, registrando una performance in linea con quella dell’indice STAR ma superiore addirittura dell’11% rispetto a quella dell’indice delle Large Cap FTSE MIB.

Il Fondo AIM Sistema Italia PIR, il comparto della SICAV New Millennium SIF esclusivamente dedicato alle società quotate su AIM e di cui Banca Finnat è il gestore, ha registrato, da inizio anno, una performance negativa (-10,20%) ma non così drammatica ove si considerino gli accadimenti del periodo. La performance del Fondo è risultata comunque superiore di oltre il 2% a quella del benchmark. Infine, è importante evidenziare come il Fondo AIM Sistema Italia PIR sia già dotato di una politica di investimento conforme anche ai PIR alternativi di recentissima introduzione.

Altre società

Saipem: ha firmato, con Equinor, un accordo, della durata di due anni, per fornire servizi di ingegneria a livello mondiale. L'accordo comprende studi di fattibilità e concettuali, FEED (Front-End Engineering Design), ingegneria di dettaglio e relative espansioni e supporto per le attività di ricerca e sviluppo, nonché assistenza tecnica ad Equinor per i suoi futuri progetti.

Energica Motor Company: ha stipulato, con Pro Italia Motors, un nuovo accordo commerciale in California.