Poche altre azioni, fa notare Jeremy Bowman dalle pagine di The Motley Fool, hanno catalizzato su di sé l'attenzione del mercato negli ultimi anni come quelle della Tesla Motors dell'impetuoso CEO Elon Musk, del colosso del commercio elettronico Amazon.com, e del leader dei nuovi servizi di streaming online Netflix.

Tutte e tre le società, ricorda il contributore del sito finanziario, hanno generato ritorni strepitosi rivoluzionando in modi diversi i loro rispettivi settori di riferimento e offrendo agli operatori un profilo con molte somiglianze: un'impronta forte d'innovazione, parecchi vantaggi competitivi e un'enorme potenziale di crescita nella prossima generazione. 

Storie di successo, avverte Bowman, che ora pongono gli investitori di fronte a un interrogativo: se le valutazioni per certi aspetti problematiche raggiunte grazie ai guadagni degli ultimi anni giustificano ancora un interesse per i tre titoli; e se sì: quale tra essi si presenta oggi in termini di rapporto rischi/benefici come la più solida scommessa per il futuro.

Ecco allora le sue opinioni su pregi e difetti di Tesla, Amazon e Netflix e il suo giudizio finale. 

3. Tesla

Un profilo per certi aspetti "controverso" presenta il primo titolo della lista, Tesla Motors (NASDAQ:TSLA), che ha compiuto un balzo di oltre il 1.400% dall'ipo del 2010. Tanto che è adesso piuttosto diffuso tra analisti e operatori un certo scetticismo sulla capacità del gruppo di riuscire, a fronte dell'enorme fiducia accordatagli dal mercato, a rendere il suo business di riferimento, quello delle auto elettriche, tanto profittevole da giustificare l'enorme capitalizzazione raggiunta: Tesla ha ormai un valore di mercato in linea con quelli dei leader dell'industria automobilistica, ma con una differenza di non poco conto.