Per l'accesso ai contributi a fondo perduto, istituiti con il Decreto Rilancio, è tutto pronto. Le domande, infatti, si potranno presentare a partire da domani, lunedì 15 giugno del 2020, dopo che è stato pubblicato il modulo che si può scaricare dal sito Internet dell'Agenzia delle Entrate cliccando qui.

Controlli contributi a fondo perduto solo dopo il pagamento

Per velocizzare l'accesso e l'erogazione dei contributi a fondo perduto, riporta il Corriere.it, i controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate, a carico delle imprese, saranno effettuati solo dopo il pagamento.

Istruzioni per la compilazione del modulo contributo a fondo perduto

FiscoOggi.it, il Quotidiano telematico dell'Agenzia delle Entrate, ha intanto fornito tutta una serie di chiarimenti sui contributi a fondo perduto proprio in vista dell'apertura dei termini per la presentazione delle istanze dopo che, oltre al modulo, sono state pubblicate pure le istruzioni che si possono visionare e scaricare cliccando qui.

A chi spetta il contributo a fondo perduto, i paletti su fatturato e compensi

La condizione primaria per l'accesso ai contributi a fondo perduto è rappresentata dai ricavi o compensi che, per il periodo di imposta 2019, devono essere non superiori alla soglia dei 5 milioni di euro. Inoltre, nel mese di aprile 2020 l'importo dei corrispettivi o del fatturato deve essere stato inferiore ai 2/3 terzi rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Dal giorno dell'apertura dei termini ci sono a disposizione sessanta giorni, dalla data di avvio della procedura, per presentare la domanda in modalità telematica.  In caso di contributo sopra i 150 mila euro, pur tuttavia, il Fisco precisa che la domanda, da inviare esclusivamente tramite posta elettronica certificata, deve essere firmata digitalmente dal soggetto richiedente.