Resta poco incoraggiante il ritratto dell'Italia schizzato da Moody's nell'ultima edizione del suo report Global Macro Outlook, appena diffuso. 

Moody's: ripresa Italia lenta. Reddito di cittadinanza deludente

L'agenzia di rating scrive che sulla Penisola, dove l'economia è "stagnante" dal secondo trimestre 2018, "la crescita rimarrà bassa e significativamente più debole rispetto alla maggior parte degli altri paesi dell'area dell'euro", con "un magro +0,2% quest'anno, seguito da un tiepido +0,5% nel 2020 e dal +0,7% nel 2021": una ripresa, per quanto "lenta", cui dovrebbe fornire comunque un certo supporto "un ambiente politico più stabile, il mantenimento della dinamica positiva nell'area dell'euro e un un mix di politiche monetarie e fiscali di sostegno".

A fronte dell'aumento del costo del finanziamento del debito pubblico e dell'incertezza politica durante il governo Lega-M5S, segnala d'altra parte il report, ora invece "una riduzione dell'incertezza politica e condizioni di finanziamento più favorevoli dovrebbero aiutare l'attività economica".

Reddito di cittadinanza: numeri inferiori alle attese

Il Global Macro Outlook mette nel frattempo nel mirino uno dei provvedimenti bandiera del primo governo Conte, ora confermato anche dalla nuova maggioranza giallo rossa: il Reddito di Cittadinanza.

Il report sottolinea infatti come l'iniziativa "fiore all'occhiello del Movimento Cinque Stelle, contribuirà meno del previsto alla crescita dei consumi", e ciò in quanto il numero di assegni erogati e il loro importo "sono stati inferiori alle aspettative iniziali".