Ultima seduta di settimana in forte rialzo a Piazza Affari per Banca Monte dei Paschi di Siena, che beneficia oggi di rumor di stampa su un progetto del Ministero dell'Economia per liberare l'istituto di una buona parte delle sue sofferenze in vista di una possibile aggregazione.

Mps vola su rumor maxi spin-off NPL. Fusione in vista

Il titolo, dopo aver archiviato la giornata di ieri con un frazionale +0,69%, ha ripreso con decisione la via dei guadagni in questa prima fase di contrattazioni, e dopo uno scatto iniziale di oltre il 4% viaggia negli ultimi minuti a quota 1,5150 euro, in progresso del 3,4% e con circa 1,2 milioni di pezzi scambiati, contro una media giornaliera negli ultimi tre mesi di 5,6 milioni di pezzi.

Mps, Npl da smaltire: il Tesoro tratta con la Commissione Europea

A riportare sotto i riflettori MPS sono oggi indiscrezioni di Reuters secondo cui il governo, che ne è azionista di controllo dal 2017, sta discutendo con la Commissione europea lo spin-off di circa i due terzi dei crediti deteriorati in pancia alla banca senese: stando all'agenzia, il piano al momento allo studio prevede lo scorporo di circa 10 miliardi di Npl - da convogliare in una società separata che verrebbe poi fusa con Amco, la ex Sga, società totalmente pubblica attiva nella gestione di crediti problematici - e che come detto sarebbe preliminare a un prossimo disimpegno del Tesoro.