Trust immobiliare in ambito turistico, Federcontribuenti: propongono al consumatore un investimento immobiliare mascherato da trust, ma è a tutti gli effetti la cessione di una multiproprietà. Non esiste in Italia una disciplina giuridica del trust, solo la ratificazione di una convenzione internazionale che lascia ben poche tutele ai beneficiari se non attentamente preparati.

Cos’è il trust immobiliare? Come si applica in ambito turistico? Cosa deve sapere il consumatore?

Il trust immobiliare in parole molto semplici è un contenitore dove chiunque può riporci ogni tipo di proprietà immobiliare al fine di proteggere il patrimonio da mani indiscrete – creditori; i tre soggetti principali all’interno del trust immobiliare sono il proprietario dell’immobile che si libera della proprietà e lo conferisce all’interno del trust chiamato disponente. Il trust viene gestito dal trustee, un fiduciario che si occupa di gestire l’immobile e ottenere gli obbiettivi che sono stati indicati all’interno del contratto del trust.

La terza persona è il beneficiario, colui che beneficerà dell’immobile nei modi e nei tempi disposti tra il disponente e il trustee.

Secondo Federcontribuenti, il trust immobiliare viene usato anche da quelle società che per anni hanno gestito le multiproprietà con formule svantaggiose per i consumatori; in questo caso ci sono delle agenzie specializzate che si preoccupano anche di rendere invisibili gli stessi soci che hanno riversato nel trust le proprietà immobiliari. Raggiungono i consumatori utilizzando i vecchi sistemi, telefonate, regalo voucher, party negli alberghi, poi gli propongono un investimento immobiliare da farsi attraverso l’acquisto di una quota del valore di 20, 30 mila euro e che garantirebbero una settimana gratuita in una loro struttura in Italia ed una serie di sconti per soggiorni in una qualunque altra struttura. Oppure ti propongono di cedere a loro la settimana gratuita al fine di ricevere una quota che servirebbe per pagare il finanziamento fatto per acquistare la quota nel trust. Pazzesco!