Tesla aveva chiuso con un balzo del 6,51% lunedì a Wall Street (seconda migliore performance alle spalle di Align Technology). E se c'è qualcuno che ha potuto sorridere questo è Elon Musk, che oltre ad avere fondato l'azienda di Palo Alto (a essere precisi Musk non era presente nel 2003 quando fu creata la start-up ma arrivò solo nel 2004, tra i primi comunque a crederci) e a guidarla come chief executive dal 2008 ne è anche il primo azionista. Grazie all'ennesimo balzo del titolo, infatti, Musk ha scalato la classifica dei più ricchi al mondo, piazzandosi alle spalle dell'indiscusso leader Jeff Bezos di Amazon.com.

Tesla si è apprezzata del 520% e a dicembre entrerà nell'S&P 500

Tesla si è apprezzata di oltre il 520% nel 2020. Lunedì ha chiuso a 521,49 dollari (dopo avere toccato i nuovi massimi intraday a 526,00 dollari). Soltanto due anni fa di dollari ne valeva circa 65 ma di tempo ne è passato e Tesla finalmente è riuscita a ottenere l'introduzione nell'S&P 500 (succederà il prossimo 21 dicembre) e persino la promozione dopo tre anni a overweight da parte di Morgan Stanley. La capitalizzazione di poco meno di 500 miliardi di dollari oltre a farne la casa automobilistica più "ricca" al mondo ha contribuito al patrimonio personale di Musk. Salito a 127,9 miliardi di dollari. Abbastanza per superare Bill Gates, fondatore di Microsoft ormai da tempo dedito alla filantropia, fermo a 127,7 miliardi. 

Bezos in cima al Bloomberg Billionaires Index con 182 miliardi

Nel Bloomberg Billionaires Index in cima rimane Bezos, con un patrimonio personale di 182 miliardi di dollari. L'epidemia di coronavirus ha portato bene ad Amazon, ovviamente, tanto da fare lievitare di 67 miliardi la sua ricchezza nel corso del 2020. Per completezza d'informazione Bloomberg nota che Gates sarebbe ancora al secondo posto se non avesse trasferito oltre 27 miliardi di dollari delle sue fortune nella sua Gates Foundation a partire dal 2006. Per ulteriore completezza, però, va notato anche che Musk aveva iniziato l'anno al 35esimo posto del Bloomberg Billionaires Index.

(Raffaele Rovati)