Santo Stefano sui guadagni e sui nuovi massimi storici per la piazza azionaria di Wall Street. Al suono della campanella di chiusura, infatti, il Nasdaq Composite ha guadagnato lo 0,78% a 9.022,39 punti, ovverosia a ridosso del top intraday a 9.022,46 punti. Per la prima volta nella storia, quindi, il listino dei titoli tecnologici ha sfondato la barriera dei 9.000 punti indice.





Luce verde al close pure per il Dow Jones, +0,37% a 28.621,39 punti, e per l'S&P 500, +0,51% a 3.239,91 punti, mentre il Russell 2000 ha perso lo 0,02% a 1.677,67 punti.

Dow Jones, Boeing e 3M Company in controtendenza

Tra le Blue Chips, il Dow Jones oggi ha ritoccato i massimi di tutti i tempi grazie in prevalenza agli acquisti su titoli come JPMorgan Chase & Co. (JPM), +1,06% a $ 139,04, Visa Inc. (V), +0,85% a $ 189,16, e Goldman Sachs (GS), +0,57% a $ 231,21, mentre hanno segnato il passo The Boeing Company (BA), -0,92% a $ 329,92, e 3M Company (MMM), -0,05% a $ 176,59.