Mentre Wall Street continua a ritoccare i propri massimi assoluti, incurante del voto alla Camera che apre la procedura di impeachment per il Presidente Trump, in Europa le Borse sembrano impaurite.

Francoforte (-0,1%) continua a sottoperformare mentre salgono sia Londra (+0,4%) che Parigi (+0,2%).

Positiva anche la nostra Piazza Affari, il Ftse Mib (+0,34%) ha fatto segnare oggi il secondo miglior fixing dell’anno (23.708,94 punti) e si appresta a terminare questa ottava pre-natalizia con una buona performance.

Dopo due ribassi torna a salire con impeto Nexi (+4,22%), l’ultimo entrato nell’indice delle Blue Chips traguarda nuovamente quota 11 euro.

Alle sue spalle Ubi Banca (+2,52%) termina sul massimo di giornata in una seduta sostanzialmente positiva per il comparto principe della nostra Borsa. Han guadagnato oltre un punto percentuale anche Unicredit (+1,50%) e Banco BPM (+1,04%), soltanto Mediobanca (-0,44%) è rimasto in territorio negativo.

Trova nuovi compratori poi Salvatore Ferragamo (+1,85%). Secondo miglior fixing dell’anno anche per Prysmian (+1.63%), mentre ritocca proprio il massimo YTD UnipolSai (+1,58%) che prosegue il trend positivo di lungo periodo iniziato nel luglio del 2016.

Vendite su Buzzi Unicem (-2,13%) che deve indossare la maglia nera di giornata e terzo calo di fila per Pirelli (-1,61%) il solo titolo che nell’anno in corso sta avendo una performance negativa (-5,6%).

Freccia rossa anche per Cnh Industrial (-1,11%) e Recordati (-0,97%).

Come anticipato positiva al momento Wall Street, guadagnano tre decimi di punto il DJ e lo S&P500, mezzo punto di rialzo per il Nasdaq.