In materia di pace fiscale 2020, con il Decreto Rilancio varato nei giorni scorsi dal Governo Italiano, è stata introdotta la moratoria fiscale, con allungamento della proroga, pure per le rate da pagare con la rottamazione-ter e con il saldo e stralcio. Lo stop ai pagamenti, prima fino al 31 maggio, è stato infatti prorogato al 10 dicembre del 2020 in accordo con quanto è stato riportato da ilsole24ore.com.

Rottamazione-ter e saldo e stralcio, moratoria prorogata

Nel dettaglio, i versamenti per rottamazione ter e per saldo e stralcio, che ora si potranno effettuare senza sanzioni entro il prossimo 10 dicembre, sono quelli in scadenza nel periodo in dal 28 febbraio e al 31 marzo del 2020.

Chi ha aderito alla rottamazione-ter, per i debiti iscritti a ruolo riferiti al periodo dall'1 gennaio del 2000 al 31 dicembre del 2017, può avvantaggiarsi di versamenti senza l'applicazione delle sanzioni e degli interessi di mora.

Come si pagano le cartelle esattoriali per saldo e stralcio rottamazione-ter 

Ricordiamo che per pagare le rate delle cartelle esattoriali per saldo e stralcio rottamazione-ter il Fisco permette di scegliere tra tanti canali online ed offline, e tra questi banche e sportelli bancomat, uffici di Poste Italiane, Internet Banking, App Equiclick, piattaforma PagoPa, circuiti di pagamento Sisal e Lottomatica nei tabaccai in convenzione anche con Banca 5 SpA.

Altre novità fiscali con il Decreto Rilancio, 30 milioni di atti congelati fino a settembre

Tra le altre novità fiscali, con il Decreto Rilancio, c'è anche lo spostamento del cosiddetto ingorgo fiscale con circa 30 milioni di atti, tra avvisi di accertamento e cartelle esattoriali, che sarebbero dovuti partire dall'1 giugno del 2020. Invece le notifiche ripartiranno ora solo a partire dall'1 settembre del 2020